[/paesi/paese/progetti/documenti/scheda.htm]

Progetto: "Africa: prevenire e curare la malaria"

Progetto: "Prevenire e curare la malaria in Africa"

Progetto Prevenire e curare malaria in Africa
Progetto Prevenire e curare malaria in Africa
N.B.: il testo che segue è stato redatto a inizio progetto (2009). Per un aggiornamento sulla situazione della malaria in Africa e nel mondo, fare riferimento al report di questo progetto (2015).


Ogni anno nel mondo oltre 650.000 persone muoiono di malaria, malattia tropicale cui è esposto il 40% della popolazione mondiale, prevalentemente nei Paesi poveri: centinaia di milioni di persone vengono infettate ogni giorno, 50 milioni di esse sono donne incinte, in cui la malaria accresce i rischi di anemia, di nascite sottopeso e di mortalità da parto. 

I bambini sotto i 5 anni sono i soggetti più a rischio, per la fragilità del loro sistema immunitario. La malaria, dopo polmonite e diarrea, è la terza causa di mortalità infantile sotto i 5 anni. Ogni 40 secondi nel mondo un bambino muore di malaria, oltre 2.000 bambini ogni giorno perdono la vita a causa di una malattia prevenibile o comunque curabile.

L’80% dei decessi e delle infezioni si verificano nell’Africa Subsahariana, dove il 90% dei casi di malaria registrati ogni anno riguarda bambini sotto i 5 anni. Non esistendo ancora un vaccino contro il parassita che trasmette l'infezione all’uomo dalle zanzare anofele, lo strumento di prevenzione più efficace resta il corretto utilizzo di zanzariere trattate con insetticidi naturali a lunga durata, in grado di salvare un bambino su cinque dalla morte per malaria. 

Cosa fa l'UNICEF 


La riduzione di 2/3 della mortalità infantile da malaria entro il 2015 è il 6° degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio fissati dalle Nazioni Unite. L’UNICEF, con più di 100 milioni di zanzariere distribuite in oltre 30 paesi negli ultimi 5 anni, è il principale fornitore di questo prezioso strumento di prevenzione.
 
Nel 2008 si stimò fossero necessari 250 milioni di zanzariere per raggiungere l’obiettivo della diffusione di zanzariere trattate all’80% della popolazione africana. L’UNICEF si è posto l’obiettivo di arrivare a questo traguardo, fornendo i 25 milioni di zanzariere tuttora mancanti. 

Tra 2009 e 2011 sono stati raccolti (anche grazie ai donatori italiani) fondi che hanno permesso di distribuire 22,4 milioni di zanzariere in 10 Stati africani ad elevata incidenza della malattia: Angola, Guinea, Kenya, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Rep. del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Sudan, Sud Sudan e Zimbabwe. 
   

Mappa dei Paesi beneficiari del progetto

Clicca sulla mappa per vederla ingrandita. N.B: a questi 9 Stati si è successivamente aggiunto il Sud Sudan, divenuto indipendente nella seconda metà 2011

Mappa dei 9 Paesi africani in cui l'UNICEF conduce questo progetto contro la malaria: in questa immagine manca il Sud Sudan, 10° Stato beneficiario, divenuto indipendente dall'estate 2011



costi del progetto (in €)

Costi per 2 anni (2011-2012) 

I costi unitari sono riferiti a una unità di prodotto (es. zanzariera, test di diagnosi rapida ecc.) e sono espressi in euro.

BUDGET Costo unitario  Quantità Primo anno Secondo anno Fondi(€)
Fornitura zanzariere 3,8 2 milioni  1 mil.  1 mil.  7,6 mil. 
Distribuzione e costi associati 1,7 2 milioni  1 mil.  1 mil.  3,4 mil. 
Fornitura antimalarici e costi associati 0,6 2 milioni  1 mil.  1 mil.  1,2 mil. 
Fornitura test diagnostici e costi associati 0,4 8 milioni  4 mil.  4 mil.  3,2 mil. 
Costi di gestione e costi indiretti




1,1 mil. 
TOTALE



16.500.000 

 

 
 
Scarica

"Scheda del progetto UNICEF ''Prevenire e curare la malaria in Africa''"

scarica pdf (709 kb)

   Tags:  malaria