[/italia/documenti/dettaglio.htm]
Loading


italia amica dei bambini

 

Alessandro Preziosi: per sensibilizzare su carestia in Somalia servirebbe nuova "Arancia Meccanica"

6 settembre 2011

«Ci vorrebbe un nuovo "Arancia Meccanica" per sensibilizzare il pubblico su questi temi. Momenti come questo servono a capire bene come sia difficile agire per gli altri, in realtà così lontane da noi.»  

Non poteva mancare un riferimento cinematografico nelle parole di Alessandro Preziosi, giunto alla Mostra internazionale del cinema di Venezia appositamente per l'evento UNICEF in favore dei bambini del Corno d'Africa colpiti da una gravissima crisi umanitaria.

«Sono contento di essere qui» ha proseguito l'attore «perché c'è bisogno di una nuova mentalità. Quella di chi è pronto a sacrificarsi per aiutare l'altro. In fondo anche il cinema può essere utile a creare uno spunto che stimoli poi una reazione.».

Guarda la video intervista in esclusiva ad Alessandro Preziosi

Anche il presidente di Medusa Carlo Rossella è intervenuto all'iniziativa con un saluto: «Non si ha idea di quanti bambini nel mondo oggi vengono usati e soffrano. L'UNICEF aiuta immediatamente a mettere in moto la mente per poter darsi da fare. In Somalia si consuma una tragedia umana sanguinosa e l'UNICEF, come nella parabola del buon samaritano, si ferma ed aiuta questi bambini. Con un piccolo passo di ciascuno di noi si costruisce un grande passo per l'umanità

A sua volta, il presidente dell'UNICEF Italia Vincenzo Spadafora ha ringraziato Preziosi e Rossella.«È anche del vostro aiuto che l'UNICEF ha bisogno, ed è per questo che siamo venuti a Venezia. Sensibilizzando il mondo del cinema, come tanti altri settori della società, riusciremo a salvare centinaia di migliaia di bambini Non c'è un minuto da perdere