[/programmi/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Adolescenza

Maschi e femmine, le disparità crescono con l'età

Due neonati in culla nell'ospedale di Mardan, nord-ovest del Pakistan - ©UNICEF NYHQ/2009-0586/Ramoneda
Due neonati in culla nell'ospedale di Mardan, nord-ovest del Pakistan - ©UNICEF NYHQ/2009-0586/Ramoneda

Secondo un rapporto lanciato oggi dall’UNICEF, negli anni della prima infanzia, le disparità tra bambini e bambine nei Paesi in via di sviluppo in materia di istruzione, sanità e protezione sono meno forti di quanto si pensava e in alcuni casi è stata raggiunta la parità, mentre permangono disuguaglianze significative, a vantaggio dei maschi, nel periodo tra l'adolescenza e la giovinezza.

«Le differenze di genere appaiono sempre più evidenti durante l'adolescenza e la giovinezza», ha commentato Geeta Rao Gupta, vicedirettore generale dell'UNICEF. «Per esempio, le lacune nella conoscenza dei rischi dell’HIV-AIDS tra ragazze e ragazzi sono tragiche. Sono ragazze due persone su tre dei circa 5 milioni di giovani che vivono con l'HIV-AIDS in Africa e in altre regioni del mondo.»

Infanzia egualitaria...

Il rapporto UNICEF "Boys and Girls in the Life Cycle” è la raccolta più completa di dati e statistiche disaggregate per genere sui bambini e giovani nei Paesi in via di sviluppo.

Nel complesso, a prescindere dal sesso, i bambini hanno la stessa probabilità di essere registrati alla nascita. I tassi di allattamento esclusivo al seno nei primi sei mesi di vita sono simili per entrambi i sessi nella maggior parte dei paesi con dati disponibili, e la probabilità di essere denutriti è la stesso per i bambini e le bambine sotto i cinque anni.

Ragazzi e ragazze hanno la stessa probabilità di beneficiare di interventi contro la malaria, e di ricevere cure adeguate per le malattie diarroiche e la polmonite - le due principali cause di mortalità sotto i cinque anni. Nella maggior parte dei paesi, percentuali simili di ragazzi e ragazze frequentano l'asilo.

...e iniquità dell'adolescenza

Tuttavia, le disparità di genere nell'accesso all'istruzione, alla salute e alla protezione sono significativamente maggiori nell’adolescenza. Mentre la parità di genere nell'istruzione primaria è ormai comune in tutto il mondo, la situazione cambia se parliamo dell’istruzione secondaria, con differenze tra regione e regione.

Per esempio, un minor numero di ragazze frequenta la scuola secondaria in Asia meridionale, mentre il contrario avviene in America Latina e nei Caraibi.

I dati disponibili mostrano che le ragazze hanno significativamente più probabilità di sposarsi in età precoce (sotto i 18 anni di età) e iniziare a fare sesso in giovanissima età.

Le giovani donne hanno meno probabilità di essere alfabetizzate dei ragazzi, di guardare la televisione, ascoltare la radio e leggere un giornale o una rivista. I ragazzi sono maggiormente informati sull'HIV-AIDS e le giovani donne dell'Africa Subsahariana hanno da 2 a 4 volte maggiori probabilità di essere contagiate dall'HIV-AIDS rispetto ai coetanei maschi.

«Eliminare le disparità e la discriminazione di genere in tutte le fasi dell'infanzia e dell'adolescenza è fondamentale per il progresso inclusivo e sostenibile di un paese, ovunque nel mondo. Oltre agli effetti dannosi e spesso tragici che le disuguaglianze basate sul sesso hanno sui bambini, queste disparità che continuiamo a leggere nei dati disponibili, soprattutto negli anni dell'adolescenza, rappresentano i principali ostacoli agli sforzi di molte nazioni per uscire dalla povertà di lungo periodo e realizzare le proprie aspirazioni di sviluppo» ha concluso Geeta Rao Gupta in occasione della presentazione del rapporto oggi a New York.