[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Rapporti di lavoro e retribuzioni

Nei rapporti di lavoro il Comitato Italiano per l’UNICEF applica il Contratto Nazionale del Commercio e del Terziario, integrando quanto previsto a livello nazionale con un Contratto Integrativo aziendale che ne migliora alcuni aspetti.

Il Contratto integrativo è stato siglato per la prima volta nel 1991 e viene rinnovato ogni tre anni. L'ultimo rinnovo è avvenuto nel maggio 2013.

I lavoratori del Comitato italiano per l’UNICEF eleggono regolarmente le Rappresentanze sindacali unitarie e si riuniscono periodicamente in assemblea sindacale per confrontarsi ed elaborare proposte su questioni inerenti il rapporto di lavoro.


Procedure di selezione del personale

La selezione del personale è regolata da un apposito Regolamento interno che prevede, dopo l’autorizzazione a procedere da parte del Consiglio Direttivo, diverse fasi:

  1. pubblicazione dell'annuncio per il reclutamento (vacancy) della risorsa sul sito dell'UNICEF Italia e su giornali o siti di settore
  2. scrematura dei curricula raccolti secondo il criterio della congruenza con il profilo richiesto
  3. individuazione di una short list di 5 candidati
  4. intervista con i 5 candidati
  5. intervista dei migliori 3 candidati con un funzionario della Linea organizzativa che approfondirà conoscenze e competenze specifiche rispetto alla posizione da coprire ed il profilo richiesto
  6. colloquio finale del candidato con il Direttore Generale


Retribuzioni



Retribuzioni mensili medie 40h anno 2016 (*)
LIVELLO
LORDO (euro)
Dirigenti
6.120,21
Quadri
4.025,33
2.814,84
2.423,68
2.084,68
1.842,16
(*) la retribuzione lorda dei contratti part time è stato portata alle 40 h per il calcolo esatto della media mensile

Benefit

I dipendenti usufruiscono di una flessibilità in entrata di 1 ora e 45 minuti, a partire dalle 8 del mattino.

Inoltre in deroga a quanto previsto dal contratto collettivo di riferimento, per coloro che maturano più di 30 anni di servizio, è previsto il riconoscimento di uno scatto di anzianità.addizionale.

Sono stati riconosciuti 4 giorni annui per la malattia del figlio/a regolarmente retribuiti, sempre in deroga a quanto previsto dal Contratto nazionale del settore.

Infine, tutti i dipendenti nel giorno del proprio compleanno (quando esso cade in un giorno feriale) hanno la possibilità di dimezzare l’orario di lavoro.