[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Aziende per l'UNICEF

L’UNICEF collabora con le aziende da oltre 60 anni, poiché riconosce il ruolo fondamentale che questo settore economico può giocare nella realizzazione dei diritti dei bambini. 

Le partnership con i soggetti del mondo imprenditoriale occupano un ruolo di spicco nella strategia di raccolta fondi dell'UNICEF, in Italia e a livello globale: oltre a finanziare una quota significativa del bilancio, le aziende possono offrire opportunità uniche di comunicazione e di coinvolgimento intorno ai messaggi dell'UNICEF, in armonia con i principi della responsabilità sociale di impresa

Numerose sono le forme di collaborazione attraverso cui il mondo delle imprese può sostenere l’UNICEF. Esse possono essere per le aziende un’opportunità straordinaria per coinvolgere i propri referenti interni ed esterni, per motivare i propri dipendenti e per realizzare assieme ai propri clienti iniziative fondamentali per la sopravvivenza e per la difesa dei diritti dei bambini in tutto il mondo.

 

2014 in sintesi

Nel 2014 i proventi derivanti dalla raccolta fondi con le aziende (partnership di comarketing e donazioni) sono stati pari a 2.564.310 euro, con un decremento del 10% rispetto al 2013. 

Il dato è fortemente influenzato sia dalla perdurante congiuntura economica sfavorevole, sia dal cambio di strategia di alcune aziende partner, ora maggiormente focalizzate su altri settori economici.

Va rilevato che nella stagione natalizia si sono tornati a registrare segnali positivi, e che i primi risultati degli accordi di licensing hanno generato royalties per 580.000 euro, al di sopra delle aspettative.

Queste le principali partnership aziendali dell'UNICEF Italia, nel corso dell'anno in oggetto:

  • IKEA 
  • Agos Ducato
  • Foxy ICT (Industrie Cartarie Tronchetti)
  • Gucci
  • MSC
  • Polizia di Stato
  • Procter & Gamble
  • Starwood
  • ING Direct
  • EasyJet
  • Energizer
  • Wella
  • Alitalia
  • H&M
  • Euronics
  • Montblanc