[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Web e nuovi media

Haiti - ©UNICEF/NYHQ2010-2694/LeMoyne
Haiti - ©UNICEF/NYHQ2010-2694/LeMoyne

L'UNICEF Italia ha consolidato sin dai primi anni Duemila la sua presenza nel web, attraverso il sito istituzionale www.unicef.it, il sito per l'e-commerce www.regali.unicef.it e numerosi minisiti tematici. 

A partire dal 2009, ha fatto il suo ingresso nei social media, focalizzando la sua presenza sui network maggiormente popolari in Italia: Facebook, Twitter, YouTube, Flickr e Instagram.

Oggi quello italiano è fra i primissimi Comitati Nazionali UNICEF al mondo per numero di utenti e per volume di interazioni sui social media.

 

2014 in sintesi

Nel 2014 il sito istituzionale www.unicef.it ha totalizzato 1,3 milioni di utenti unici, a cui si sommano le 233.000 visite al sito per l'e-commerce www.regali.unicef.it. I due principali siti dell'UNICEF Italia hanno ricevuto nell'anno in oggetto, complessivamente, 5 milioni e mezzo di visualizzazioni.

Il network digitale dell'UNICEF Italia, include, oltre ai due siti suddetti, anche diversi siti tematici (mini-siti), come quelli dedicati alla campagna del 5 per mille all'UNICEF Italia, della Pigotta, del programma di donazione regolare "Amico dell'UNICEF" , della campagna "Io Come Tu" contro la discriminazione degli adolescenti di "seconda generazione" e il minisito speciale dedicato alla Giornata dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Nel corso del 2014 a questo network di siti si sono aggiunti tre nuovi elementi

  • Vocideibambini.it, creato a luglio 2014 nel quadro di un progetto di sensibilizzazione sui minori colpiti da emergenze umanitarie, finanziato dall'Unione Europea, mentre a novembre 2014 ha visto la luce il minisito
  • Vacciniamolitutti.it (maggio 2014), minisito a sostegno della campagna per la copertura vaccinale in 8 paesi di Africa e Asia
  • Impresastraordinaria.it, nato a novembre 2014 dalla partnership tra UNICEF e Agenzia Spaziale Europea - ESA sul tema della malnutrizione infantile, correlato alla storica missione sulla Stazione Spaziale Internazionale dell'astronauta italiana Samantha Cristoforetti.

Dal punto di vista della raccolta di fondi, sono stati raccolti nel complesso nel 2013 circa 1.5 milioni di euro attraverso il canale digitale (donazioni e vendite di prodotti UNICEF), dato in flessione (-28%) rispetto ai 2,2 milioni di euro dell'anno precedente, essenzialmente per la contrazione nell'offerta dei prodotti a marchio UNICEF a seguito del passaggio al licensing.

Se la crisi economica ha inciso sulla propensione a donare, di segno totalmente positivo sono gli indicatori che testimoniano la crescente popolarità dell'UNICEF Italia nel panorama dei social media. Alla fine del 2014 si registravano infatti:

  • 233.000 fan sulla pagina Facebook, ormai utilizzata come canale di dialogo privilegiato con gli utenti - donatori e non -, con un incremento di ben 100.000 utenti in un anno. I post della pagina hanno totalizzato nell'anno 1.350.000 "like".
  • 193.000 follower sulla pagina Twitter, considerato (+ 36.000 nell'anno)
  • 78 video caricati durante l’anno sul canale Youtube), con 381.000 views complessive
  • oltre 350.000 visite sul profilo Flickr per la condivisione delle fotografie 

Sempre nel periodo considerato, l'area riservata ai donatori myUNICEF, ha raddoppiato il numero degli utenti registrati, passati da 7.670 (2013) a 14.904.