[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

I contributi finalizzati

Il Comitato Italiano per l’UNICEF, per il perseguimento delle proprie attività istituzionali, utilizza contributi provenienti da  soggetti pubblici e privati e destinati a sostenere  attività di advocacy in Italia, ossia iniziative per la promozione e la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel nostro Paese. 

Tali contributi provengono anche dalla partecipazione a bandi di concorso pubblici con la presentazione di progetti tematici (anche in partenariato con altre organizzazioni o enti) e da donazioni finalizzate ad ambiti specifici. 


2014 in sintesi

Il 2014 ha visto totalizzare 2.768.387 euro come volume di contributi finalizzati alle attività di raccolta fondi, con un +33% rispetto all'esercizio finanziario precedente.

In massima parte (85%) tali contributi sono rappresentati da trasferimenti dell'UNICEF Internazionale per il potenziamento del programma di donazioni regolari "Amico dell'UNICEF". Da menzionare anche l'importante contributo di Foxy per la realizzazione della campagna "Pigotta". Al contrario, i contributi per spese di spedizione di prodotti UNICEF sono diminuiti, in armonia con il calo generalizzato di questo settore. 

Anche i contributi finalizzati alle attività di promozione dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia sono aumentati (+15%) passando dai 451.529 € del 2013 ai 517.170 euro del 2014.

A determinare l'incremento sono stati la continuità dei programmi di finanziamento da parte di enti pubblici (UE/ECHO, Ministero Interno, Regione Lazio, Dipartimento per la Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comune di Milano) e il contributo dell'Autorità Garante dell'Infanzia per la copertura dei costi di personale dell'UNICEF Italia distaccato presso gli uffici del Garante.

Questi i principali progetti finanziati nel 2014:

  • Campagna di comunicazione "Voices of Children in Emergencies", finanziato dall'Ufficio per gli affari umanitari della Commissione Europea (ECHO). Il progetto è stato realizzato nel luglio-dicembre 2014 in Italia e in altri paesi europei, in partenariato con UNICEF Internazionale.
  • Progetto "Insieme contro ogni discriminazione", finanziato nell'ambito del programma FEI - Fondo Europeo per l'integrazione dei cittadini di Paesi Terzi, ha la finalità di contrastare i fenomeni di discriminazione etnico-razziale, rafforzando i sistemi di tutela e denuncia accessibili sul territorio. È realizzato in partenariato con la Regione Autonoma della Sardegna (capofila) e diverse realtà pubbliche, del privato sociale e del mondo accademico.
  • Progetto "Partecipare per non discriminare", cofinanziato dalla Regione Lazio e finalizzato alla realizzazione di corsi di formazione nelle scuole del Lazio nell'ambito del programma Scuole Amiche.
  • Progetto "Posso fare la differenza! Nuovi stili di vita per salvaguardare l'ambiente", cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù
  • Progetto "Consigli di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze", finanziato dal Comune di Milano con fondi ex Legge 285/97, finalizzato al coinvolgimento diretto di bambini e ragazzi nei percorsi di cittadinanza attiva. Il progetto è al suo secondo anno di avanzamento