[/paesi/paese/progetti/documenti/concluso.htm]
AREA

Sud Sudan

Report del progetto ''Prevenire la trasmissione madre-figlio dell'HIV'' nel Sud Sudan

Una madre sieropositiva con il suo bambino - ©UNICEF
Sud Sudan
La Repubblica del Sud Sudan, nata il 9 luglio 2011 grazie al risultato del referendum voluto dalle Nazioni Unite, apre il paese a una fase di ottimismo e nuove opportunità. 

Tuttavia, gli anni di guerra che hanno preceduto l’affermazione dell’indipendenza del paese sono stati particolarmente complessi e la tutela dell’infanzia quasi del tutto assente. In questo contesto, anche l'HIV-AIDS rappresenta una seria minaccia alla sopravvivenza dei bambini. 
 
Secondo dati del 2009, nel Sud Sudan il 3% degli abitanti sono HIV-positivi. Questa percentuale si differenzia notevolmente da un’area geografica all’altra: il tasso di HIV per lo stato Equatoriale Occidentale [il Sud Sudan è una repubblica federale, composta dunque da vari "stati"] si aggira intorno al 7,2% mentre per lo stato del Warrab è intorno allo 0,3%. 

Anche le zone al confine con l’Uganda, il Kenya, l’Etiopia e la Repubblica Democratica del Congo, così come le aree vicine alle maggiori vie di trasporto sono caratterizzate da un’elevata percentuale di HIV.
 
La trasmissione madre-figlio ("verticale") del virus è l’unica via con cui i bambini tra gli 0-5 anni possono essere contagiati dall'HIV. Senza interventi per prevenire il contagio madre-figlio, circa il 30% delle donne incinte e che allattano trasmetterebbero l’HIV ai figli: una stima di circa 10.230 madri e di 3.070 bambini ogni anno.

Grazie ai donatori italiani, sono stati inviati all'UNICEF in Sud Sudan 293.000 euro.
 
Tra le attività svolte figurano corsi di formazione per operatori sanitari, fornitura di test rapidi per l'HIV e farmaci anti-retrovirali per circa 10.000 donne incinte sieropositive e per i loro neonati, nonché la ristrutturazione e il riformimento con medicinali necessari a prevenire il contagio dell’HIV dell’ospedale di Yei, nello stato Centro-equatoriale.

In questo report presentiamo l'elenco dettagliato delle attività realizzate grazie ai fondi italiani. 





 
 
Scarica

"Report progetto ''Prevenire la trasmissione madre-figlio dell'HIV'' in Sud Sudan (2010-2011)"

scarica pdf (1699 kb)