[/unicefpeople/documenti/dettaglio.htm]
AREA

UNICEF PEOPLE

Parla di me - Il programma

Parla di Me. Perugia, 26-28 aprile 2012
Parla di Me è il titolo della serie di workshop e tavole rotonde organizzate dall'UNICEF al Festival del Giornalismo di Perugia

Il programma di "Parla di Me", la tre giorni organizzata dall'UNICEF al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia

Il programma di PARLA DI ME, la tre giorni organizzata dall'UNICEF al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia 

Scarica il PDF del programma, oppure leggilo qui:

 

  

Giovedì 26  aprile

 

Ore 18.00: PANEL DISCUSSION  - “Organizzazioni Umanitarie e stampa. Un rapporto difficile?”

Su tutti i media, spazi enormi alla cronaca nera o alle minime fibrillazioni della politica. Poco o nulla sul mondo, su temi davvero importanti come la fame, i diritti negati, le emergenze umanitarie, gli orizzonti di sviluppo. Le grandi organizzazioni internazionali presenti in Italia, per la prima volta insieme, si chiedono e chiedono: perché Scilipoti, Parolisi, zio Michele contano più di un milione di profughi o di 20 mila bambini che muoiono ogni giorno? Pongono cioè, senza più alibi, le domande primarie: che cos'è una notizia? E chi decide che cosa è notizia e che cosa (o chi) deve rimanere invisibile? E perché?

Modera: Gianni Riotta (La Stampa)

Intervengono: Maria Teresa Alvino (OXFAM), Laura Boldrini (UNHCR), Sergio Cecchini (MSF), Vichi De Marchi (WFP), Valerio Neri (Save the Children), Davide Usai (UNICEF), Carlotta Sami (Amnesty International Italia)

 

Venerdì 27 aprile

 

Ore 10.00-11.30:  WORKSHOP - “Uso e abuso delle immagini dei bambini: quali immagini e quali bambini?”

I bambini non sono tutti uguali e ugualmente trattati, neanche per quel che riguarda l'utilizzo dell'immagine fotografica. Tutelatissimi quelli delle aree più sviluppate del pianeta, senza norme protettive quelli nei paesi in via di sviluppo. Ma l'uso, spregiudicato o quantomeno non autorizzato, delle immagini di bambini poveri, affamati, malati, per finalità di denuncia e di raccolta fondi, è accettabile oppure no? Il fine giustifica i mezzi? Perché le regole esistenti sono poco note e soprattutto poco attuate dai media e da molte delle stesse agenzie no- profit che si occupano di garanzia dei diritti degli under18? E quali scelte compiono, giorno dopo giorno, bambino dopo bambino, i professionisti dell'informazione fotografica?

A cura di: Luca Catalano Gonzaga (fotoreporter), Paola Riccardi (Vicepresidente Fotografi Senza Frontiere), Riccardo Venturi (fotoreporter)

Ore 12.00-13.30: PANEL DISCUSSION - “La responsabilità sociale si rinnova: nuovi scenari e nuovi attori nell'azione umanitaria e nell'aiuto allo sviluppo

Come i mondi delle imprese e dei media possono essere socialmente responsabili e, quindi, possono cercare di supportare il lavoro delle onlus?

Intervengono: Paola Aruta (Direttore Relazione Esterne P&G), Monica Mosca (Direttore Gente), Sandro Provvisionato (Terra! Mediaste Tg5), Gianfranco Rotigliano (Consulente UNICEF, già Direttore UNICEF WCARO)

SEGUE case history di P&G che mostra le sue strategie per essere socialmente responsabile con focus su partnership con UNICEF/viaggio sul campo.

Intervengono: Rossana Linguini (Gente) e Salvo La Barbera (Operatore Tv Free Lance)

Ore 16.00 – 17-30:  PANEL DISCUSSION - “Crisi umanitaria: servono ancora i giornalisti?”

Guerre, carestie, campi profughi: ci sono luoghi e momenti  in cui i media tradizionali faticano ad arrivare. Perche? Chi svolge la funzione di raccontare quel che accade? Dalla Libia alla Somalia, dal Pakistan all’Egitto, citizen journalist e communication officer, quale Il loro ruolo?

Modera: Tiziana Ferrario (Rai Tg1)

Intervengono: Massimo Alberizzi (Corriere della Sera), Martin Dawes (Regional Chief of Communication Information UNICEF WCARO), Pietro del Re (La Repubblica), James Elder (Chief of Communication UNICEF IRC), Christopher Tidey (UNICEF Emergency Communication Specialist)

 Ore 17.30- 18.30: LIBRI - “Un dollaro al giorno”

Sono un miliardo, eppure non li si incontra, se non nelle dichiarazioni di sfuggita di qualche premier o leader politico. Sono le persone che vivono con un dollaro al giorno: i bambini di Gaza senza sogni, i drogati che dormono nei contrafforti di pietra del fiume Kabul, le schiave del sesso di Dharamganj. “Un dollaro al giorno” di Giovanni Porzio è un viaggio in Asia, Africa, Medio Oriente e America Latina per raccontare una drammatica e consistente parte di mondo, e per raccontare quei meccanismi che la determinano.

Intervista di Ettore Mo (Corriere della Sera) all’autore del libro Giovanni Porzio (Panorama)

 

Sabato 28 aprile

Ore 10.00- 11.30: WORKSHOP- Inchieste e minori

I giornalisti di Repubblica.it Massimo Razzi e Valeria Teodonio raccontano come nascono le inchieste: scelta degli argomenti, raccolta di informazioni, interviste, attese. Lavoro delicato soprattutto se interessa temi in cui sono coinvolti i minori. Bambini, abusi, diritti negati. Una riflessione con i due giornalisti sulle difficoltà che si riscontrano nel ricostruire le storie di chi spesso è invisibile ai più.

A cura di: Massimo Razzi e Valeria Teodonio - Re Le Inchieste

Ore 19.00- 20.30: SERATE TEATRALI - Musica e Parole

Gianmaria Testa in solo – “SOLO - Dal Vivo Tour”. Il cantautore in concerto per l'UNICEF Italia a sostegno della Campagna contro la mortalità infantile Vogliamo Zero.

 

   

 

 



 
 
Scarica

"programma_festival_parladime"

scarica pdf (40 kb)