[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Staff

Il personale del Comitato Italiano per l'UNICEF è distribuito su tutto il territorio nazionale ed è costituito, al 31 dicembre 2015, da 129 dipendenti (di cui 4 dirigenti e 17 quadri) e 2 collaboratori a progetto.

Inoltre, nel corso del 2015 il Comitato ha accolto diversi stagisti, rivolgendo particolare attenzione alle giovani risorse laureate e laureande provenienti dagli Istituti universitari, alla loro formazione e al perfezionamento del percorso di studi. Gli stagisti hanno contribuito ad iniziative e progetti sia presso la sede nazionale che presso alcuni Comitati provinciali.

L'inquadramento economico e funzionale di collaboratori, dipendenti e dirigenti è regolato – come per molte altre Organizzazioni non governative italiane – dal Contratto nazionale del Commercio. Un numero minimo di rapporti fanno riferimento al Contratto nazionale dei Giornalisti.

Le spese per il personale ammontano, nel 2015, a 6,3 milioni di euro (pari all'11,5% del bilancio), con una diminuzione di 140.000 euro (-2% del monte salari) rispetto all'esercizio precedente.

L’UNICEF Italia adotta con impegno politiche di gestione delle risorse umane finalizzate a sviluppare le competenze delle persone e per valorizzarne differenze e contributi individuali, promuovendo a tal fine tutte le condizioni organizzative che possano incentivare motivazione, cooperazione e il massimo rispetto degli individui al servizio della promozione dei diritti dell’infanzia.

La maggioranza dei dipendenti (72%) è costituita da donne, in linea con quanto stabilito dai principi dell’UNICEF Internazionale e, in generale, delle Nazioni Unite, che richiamano l’importanza della professionalità femminile rappresentata a tutti i livelli dell’organizzazione e in ogni parte del mondo. 

All’interno dell’organico risulta rispettata anche la presenza di personale svantaggiato, in numero superiore ai limiti previsti dalle norme di legge in materia. Al 31 dicembre 2013 risultano 8 dipendenti appartenenti alle categorie protette, assunti con contratto a tempo indeterminato, di cui 5 persone con disabilità e 3 appartenenti a categorie protette. 

Dei 125 dipendenti (dirigenti esclusi) il 92% hanno un contratto a tempo indeterminato e l'8% sono impiegati a tempo determinato. Il 40,6% dei dipendenti (collaboratori e dirigenti esclusi) ricopre un orario parziale di lavoro (part time), mentre il restante 59,4% è a tempo pieno

Dei 129 dipendenti (dirigenti inclusi) il 73% svolgono le proprie funzioni presso la Sede nazionale (Roma) e il restante 27% presso le sedi dei Comitati UNICEF locali.

Nel corso del 2015, sono stati assunti 10 dipendenti e sono cessati 9 contratti.