[/italia/regioni/province/documenti/dettaglio.htm]
Loading


sei in: home / Comitato Unicef Veneto / unicef Verona
condividi   facebook 
comitato

UNICEF Verona

comitati provinciali

Verona e provincia, l'UNICEF avvia il ''porta a porta'' per raccogliere donazioni periodiche


L’UNICEF Italia promuove il progetto “Amico dell’UNICEF” (la donazione regolare che salva la vita dei bambini) anche attraverso il porta a porta. Saremo presenti con questa modalità nella provincia di Verona  per promuovere l’iniziativa con l'obiettivo di creare un gruppo di sostenitori speciali che scelgono di essere sempre al fianco dei bambini con una donazione periodica. 

Le aree della provincia interessate sono il lago di Garda e l’entroterra (Val d’Adige inclusa), la Valpolicella, la zona da San Martino fino a San Bonifacio e buona parte della Bassa (Legnago e dintorni).

Per diventare Amico dell’UNICEF basta compilare un apposito modulo di adesione. Non vengono richieste donazioni in contanti. Si può naturalmente aderire anche presso la sede del Comitato provinciale per l'UNICEF di Verona in via Michelangelo 23 o nei banchetti e stand appositamente allestiti  in centri commerciali e supermercati di Verona e provincia.

«Da oggi gli operatori incaricati con una divisa dell’associazione, circa una ventina, si recheranno appunto 'porta a porta' per contattare direttamente le persone e chiedere la loro disponibilità» spiega Adele Bertoldi, presidente del Comitato provinciale per l'UNICEF di Verona.   

«Il veronese si è rivelata una provincia particolarmente ricettiva, disponibile all’ascolto, all’accoglienza e al dono. Per questo abbiamo deciso di iniziare dalla nostra zona come apripista in Italia per questa nuova campagna». 

La risposta finora è stata più che incoraggiante: a oggi i veronesi che tutti i mesi effettuano una donazione per l'UNICEF sono oltre 5.000.  

Le donazioni regolari contribuiscono in maniera importante alla costante riduzione della mortalità infantile nel mondo, scesa da 12 milioni di decessi annui (1990) a 6,9 milioni (2011).

«Una diminuzione significativa, ma un numero ancora troppo alto per il nostro obiettivo ultimo che è di portare la mortalità a zero» ribadisce la presidente dei volontari veronesi. «Per questo poter contare su dei contributi regolari ogni mese è decisivo.»

«Siamo ben consapevoli  di quanto il 'porta a porta' possa destare sospetto e sappiamo che a volte i truffatori si presentano nelle case. Per questo abbiamo adottato il criterio della massima trasparenza comunicando le zone in cui si recheranno gli operatori. Per chi poi desidera maggiori informazioni siamo a disposizione al numero 045575345 della sede di Verona dove possiamo fornire anche i nomi degli operatori che si muovono sul territorio». 



versione per la stampa Stampa: per il documento in versione stampabile  clicca qui