[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

Ucraina, allarme UNICEF: sempre più i bambini feriti

Un'immagine dell'ospedale di Slavyansk colpito la mattina del 30 maggio. Fortunatamente, al momento dell'impatto i bambini erano già stati evacuati dalla struttura
Un'immagine dell'ospedale di Slavyansk colpito la mattina del 30 maggio. Fortunatamente, al momento dell'impatto i bambini erano già stati evacuati dalla struttura
Dal 9 maggio a oggi sette bambini sono stati feriti in scontri a fuoco e da schegge di ordigni durante i violenti scontri in corso nell’Ucraina orientale.

In un caso, un ragazzo di 15 anni è stato colpito ad un posto di blocco mentre era in auto: è ferito all’addome e all’intestino e resta in gravi condizioni.

Il più giovane tra i minori feriti ha quattro anni e ha subito ferite da schegge mentre passeggiava con la nonna.

L'UNICEF è profondamente preoccupato per l’impatto crescente che la recente escalation di violenze sta avendo sui bambini. 

L’Ospedale pediatrico di Donetsk è chiuso, quello di Slavyansk stato evacuato e centrato da colpi di mortaio, mentre in alcuni centri urbani i bambini sono stati tenuti lontani dalle scuole. 

Una rapida indagine condotta dall’UNICEF a Donetsk mostra anche che quasi la metà dei bambini intervistati sono stati esposti a violenza o ad un evento traumatico.

L'UNICEF chiede la fine immediata delle violenze e sollecita tutti i gruppi coinvolti a proteggere l'infanzia.

L'UNICEF continua a monitorare da vicino la situazione, ma incontra difficoltà nel verificare alcuni dei rapporti che sta ricevendo. 

Il nostro pensiero è con i bambini feriti, a cui auguriamo una pronta guarigione.