[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Il contesto giuridico internazionale di riferimento

Convenzione sui diritti dell'infanzia

I principi dei diritti umani sanciscono che i membri di ogni famiglia, come quella pakistana nella foto, sono titolari di diritti umani
I principi dei diritti umani sanciscono che i membri di ogni famiglia, come quella pakistana nella foto, sono titolari di diritti umani che devono essere riconosciuti a tutti sempre e in ogni parte del mondo - © UNICEF/ HQ05-1469/Pirozzi

I diritti umani sono quei diritti essenziali che appartengono ad ogni persona. Rappresentano gli standard minimi senza i quali nessuna persona può sopravvivere e svilupparsi degnamente. Sono innati alla persona umana e sono inalienabili e universali.

Le Nazioni Unite hanno affermato i principi fondamentali dei diritti umani con l'adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 1948.

Nonostante la Dichiarazione non abbia valore vincolante nell'ambito delle norme di diritto internazionale, il suo riconoscimento da parte di tutti gli stati del mondo riconosce alto valore morale ai principi fondamentali in essa contenuti: ricchi o poveri, forti e deboli, maschi e femmine, di qualunque razza o religione, devono essere trattati con lo stesso rispetto per il solo fatto di essere persone.

Le Nazioni Unite hanno nel tempo adottato numerosi strumenti di tutela giuridica internazionale con valore giuridico vincolante. Questi strumenti rappresentano, dunque, il contesto giuridico internazionale di riferimento nell'ambito della tutela e della promozione dei diritti umani.
 
Con la ratifica da parte degli stati, poi, i vari trattati diventano legalmente obbligatori ed entrano a far parte della normativa vigente negli ordinamenti giuridici dei singoli stati. Nell'ambito di numerosi trattati, poi, sono previsti meccanismi di verifica e di analisi dello stato di attuazione dei principi in essi sanciti da parte degli stati.

I principali strumenti giuridici internazionali di riferimento possono essere considerati la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e i sei principali trattati internazionali in materia di diritti umani: 

  • il Patto internazionale sui diritti civili e politici;
  • il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali;
  • la Convenzione contro la tortura, e ogni altra forma di trattamento o punizione crudele, inumano o degradante;
  • la Convenzione internazionale per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale;
  • la Convenzione internazionale contro ogni forma di discriminazione contro la donna;
  • la Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia.
Quest'ultima rappresenta lo strumento giuridico di riferimento del lavoro e dell'attività dell'UNICEF nonché il trattato internazionale in materia di diritti umani maggiormente ratificato al mondo.

Ogni stati del mondo ha ratificato almeno uno di questi trattati internazionali, e molto ne hanno ratificato la maggior parte.

Ognuno di questi trattati rappresenta uno strumento giuridico importante per imporre agli stati l'adempimento degli obblighi internazionali assunti in tema di protezione e promozione di diritti umani nei rispettivi stati.

Come parte di questo corpus del diritto internazionale di tutela della persona, ogni diritto umano è indivisibile, correlato agli altri e interdipendente.

Comprendere e conoscere il contesto giuridico di riferimento è essenziale nella promozione, protezione e realizzazione di progetti e programmi di tutela dei diritti dell'infanzia poiché la Convenzione sui diritti dell'infanzia - con i diritti e gli obiettivi in essa contenuti - ne è parte fondamentale.