[/chisiamo/documenti/dettaglio.htm]

chi siamo

Sessione speciale ONU sull'infanzia: "Un mondo a misura di bambino + 5"

Un gruppo di ragazzi del Forum dei Giovani impegnati in un laboratorio sui diritti dell'infanzia
Un gruppo di ragazzi del Forum dei Giovani impegnati in un laboratorio sui diritti dell'infanzia - ©UNICEF/HQ07-1922/S. Markisz

L'11 dicembre 2007, a cinque anni dalla Sessione Speciale delle Nazioni Unite per l'infanzia tenutasi nel 2002, i Capi di Stato e i rappresentanti dei Governi si sono riuniti presso il Palazzo di Vetro di New York per una conferenza di analisi dei progressi compiuti nell'attuazione di "Un mondo a misura di bambino", il Piano di Azione adottato durante la Sessione del 2002 con lo scopo di migliorare la condizione dell'infanzia.

Oltre ai Capi di Stato e di governo erano presente circa 130 delegazioni nazionali con 40 ministri. In rappresentanza dei giovani di tutto il mondo sono stati presente 20 ragazzi che hanno fatto parte effettiva delle proprie delegazioni nazionali.

Il punto di partenza per l'analisi dei risultati è costituito dal Rapporto UNICEF "Progress for Children".
 
Secondo il Rapporto UNICEF i risultati conseguiti durante questi anni sono stati generalmente positivi. Nel 2006, infatti, per la prima volta da quando si è iniziato a raccogliere dati su scala mondiale, i decessi di bambini sotto i cinque anno sono scesi sotto i 10 milioni all'anno.
 
Il numero complessivo dei bambini che hanno accesso all'istruzione la scuola è il più alto mai registrato e la protezione dell'infanzia da sfruttamente, violenza e abusi è maggiormente sentita come un impegno fondamentale sia a livello nazionale che internazionale. 

La partecipazione italiana alla Sessione speciale sull'infanzia

Anche una delegazione italiana, composta da due ragazze e due accompagnatori, è stata presente alla Sessione speciale sull'infanzia.
 
I giovani erano rappresentanti delle Associazioni che appartengono al Gruppo di Lavoro sulla Partecipazione del Coordinamento PIDIDA.

L'evento è stato preceduto dal Children's Forum al quale hanno preso parte ragazze e ragazzi, membri delle delegazioni governative, rappresentanti dei Network di Organizzazioni Non Governative o delle Associazioni dei bambini e dei ragazzi, provenienti da ogni parte del mondo.

L'obiettivo del Forum è stato quello di preparare i ragazzi all'evento e creare uno spazio poter dialogare e confrontarsi sui loro problemi e sulle loro speranze per il futuro, sostenendo un processo attraverso il quale dare la possibilità ai bambini ed ai ragazzi di costruire le proprie opportunità di partecipazione a tutti i livelli.

Il Gruppo di Lavoro sulla Partecipazione ha promosso l'inserimento dei propri rappresentanti nella delegazione governativa e ha seguito attivamente tutte le fasi nelle quali cui i ragazzi e le ragazze italiane sono stati chiamati a partecipare per dare il proprio contributo all'evento.

La Dichiarazione finale

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato, a conclusione dei lavori,  una dichiarazione finale che riafferma gli impengi assunti a livello nazionale e mondiale per la realizzazione degli obiettivi sanciti nel 2002.
 
Il documento non ha efficacia vincolante nei confronti degli Stati ma rappresenta un impegno che i Governi assunto hanno assunto nei confronti della popolazione e, in particolare, dell'infanzia.