[/unicefpeople/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Unicef Staff

Requisiti necessari

Lavorare nell'UNICEF, e più in generale nelle Nazioni Unite, richiede un elevato grado di professionalità, esperienza e di assunzione di responsabilità.
 
Per queste ragioni i requisiti richiesti per entrare a far parte dello staff internazionale della nostra organizzazione sono molto selettivi.

I requisiti minimi richiesti sono i seguenti:
 
Formazione: diploma di laurea (equivalente al Master's Degree inglese o americano)

Esperienza: da 2 a 3 anni di esperienza di lavoro per l'accesso alla carriera professionale (P1-P2, JPO, YPP), almeno 5 anni per i livelli intermedi (P3-P4), fino a 10 o 15 per i Senior Professional (P5).
 
L'esperienza di lavoro deve essere stata maturata almeno in parte nei Paesi in via di sviluppo.

Lingue: ottima conoscenza (proficiency) della lingua inglese e di almeno un'altra lingua ufficiale delle Nazioni Unite (Arabo, Cinese, Francese, Russo, Spagnolo).
 
Criterio preferenziale è la conoscenza della lingua parlata nel posto per cui ci si candida.

Competenze:

  1. capacità organizzative consolidate nella gestione di progetti e altre attività pianificate
  2. capacità relazionali: saper dialogare con istituzioni locali e con lo staff, abilità di lobbying, attitudine a lavorare in team,
  3. capacità comunicazionali (più o meno rilevanti a seconda della mansione)
  4. competenze concettuali: capacità di analisi e di giudizio sulle attività svolte, capacità di elaborare strategie per la risoluzione dei problemi, capacità di lavorare sotto pressione 
  5. qualità personali: onestà, integrità morale, rispetto per le diversità, ottimismo, entusiasmo

Tips & Tricks

Se hai una laurea, esperienza del lavoro sul campo, forti motivazioni, provata conoscenza delle lingue e godi di ottime condizioni fisiche e psicologiche, puoi impegnarti nelle missioni di peace-keeping dell'ONU.
 
L'esperienza è in genere breve (non più di un anno) e permette di affiancare al personale militare (i "caschi blu") figure civili indispensabili per il monitoraggio dei diritti umani, la logistica, la mediazione con la popolazione, l'organizzazione di processi elettorali e altro ancora. Spiccatamente favoriti i profili tecnici. Quasi indispensabile avere frequentato un apposito corso di formazione: ve ne sono di ottimi anche in Italia (Roma, Pisa, Milano, Torino).