[/unicefitalia/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ospedali Amici dei bambini

UNICEF e Società Italiana Pediatria, accordo per la tutela della salute infantile

Il presidente dell'UNICEF Italia Giacomo Guerrera (a sin.) e il presidente della Società Italiana di Pediatria Giovanni Corsello firmano il protocollo - ©UNICEF Italia/2016/A.Longobardi
Il presidente dell'UNICEF Italia Giacomo Guerrera (a sin.) e il presidente della Società Italiana di Pediatria Giovanni Corsello firmano il protocollo - ©UNICEF Italia/2016/A.Longobardi
26 maggio 2016 – Il Comitato Italiano per l’UNICEF e la Società Italiana di Pediatria (SIP) hanno sottoscritto oggi un Protocollo di intesa per promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con un particolare accento sul diritto al benessere e allo sviluppo psicofisico. 

Il protocollo è stato firmato a Roma, presso la sede nazionale dell’UNICEF Italia, dal presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera e dal presidente della SIP Giovanni Corsello.

La firma della collaborazione arriva alla vigilia di una data particolarmente simbolica:  il 27 maggio 1991, difatti, l’Italia ratificava la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, introducendola con rango di legge del nostro ordinamento giuridico.

In questi 25 anni il nostro Paese ha conosciuto cambiamenti epocali e nuove sfide sono emerse sul piano dei diritti dell’infanzia: dai bambini coinvolti dal fenomeno migratorio, alla questione della sicurezza online legata alla diffusione delle nuove tecnologie.

È su questi temi, tra gli altri, che la collaborazione tra l’UNICEF Italia e la Società Italiana di Pediatria vuole puntare per fare la differenza, in positivo, nella vita dei bambini e degli adolescenti.

In particolare, la collaborazione sarà incentrata sui seguenti temi:
  1. la promozione dell’allattamento al seno
  2. il sostegno da parte della SIP al Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno 
  3. le disuguaglianze nella salute dei bambini e degli adolescenti
  4. la promozione dell’applicazione del principio di non discriminazione nell’attuazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti con particolare attenzione ai gruppi più vulnerabili quali bambini e adolescenti coinvolti nelle migrazioni
  5. il sostegno a sani e corretti stili di vita per un corretto sviluppo psico-fisico
  6. la promozione dei diritti dei bambini e degli adolescenti ospedalizzati e/o che accedono a strutture sanitarie
  7. la promozione del sostegno professionale e la partecipazione attiva dei pediatri in altre campagne per la salute dell’infanzia proposte e patrocinate dall'UNICEF
  8. il sostegno ai progetti che UNICEF e SIP realizzano in Italia e in altri Stati.