[/campagne/documenti/video.htm]
AREA

#EmergencyLessons

#EmergencyLessons: l'amicizia di Malak e Rapu, più forte della guerra



Malak e Rapu sono due bambine con storie diverse, accomunate dalla guerra. Una è fuggita da Homs, in Siria. L'altra da Baghdad, in Iraq. Entrambe hanno trovato rifugio con le loro famiglie ad Erbil, nel Kurdistan iracheno, e sono diventate amiche inseparabili.

La scuola crea ponti, e per questo è ancora più preziosa in situazioni di emergenza umanitaria, fra bambini che hanno visto crollare intorno a sé tutto ciò che dava loro sicurezza.

#EmergencyLessons
è la campagna di UNICEF e Unione Europea per sensibilizzare l'opinione pubblica dei paesi UE sull'importanza dell'istruzione nelle emergenze.

 

Cosa è #EmergencyLessons

#EmergencyLessons è un progetto ideato e finanziato da ECHO (EU Humanitarian Aid and Civil Protection department), la divisione della Commissione Europea che coordina l'intervento umanitario dell'UE. 

Il progetto si avvale della collaborazione tra l'UNICEF Internazionale e i Comitati Nazionali per l’UNICEF di Italia, Grecia, Slovacchia, Slovenia, Regno Unito, Irlanda e Ungheria, incaricati di sensibilizzare le rispettive opinioni pubbliche - in primo luogo, i giovanissimi - sull'enorme impegno di ECHO e UNICEF per garantire il diritto all'istruzione anche in situazioni di emergenza.

Il lancio internazionale della campagna è avvenuto il 15 maggio scorso presso il liceo "Torquato Tasso" di Roma e coinvolge bambini e ragazzi sotto i 25 anni in un'azione di sensibilizzazione tra i loro pari attraverso social media e attività nelle scuole.

Storie e video prodotti dalla campagna sono finalizzati a far conoscere e sostenere quei bambini e ragazzi che, pur vivendo situazioni di estrema precarietà, desiderano continuare a studiare contro ogni aspettativa.

Le video-storie, realizzate in alcuni paesi beneficiari del programma “EU Children of Peace” (Ciad, Guinea, Iraq, Ucraina e Nepal) saranno la dimostrazione effettiva dell’impatto che i progetti ECHO/UNICEF hanno avuto sui bambini e i giovani.

Visita il sito della campagna