[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

145 bambini rilasciati dai gruppi armati in Sud Sudan

© UNICEF/UNI178986/Rich

26 ottobre 2016 – L’UNICEF ha annunciato che oggi 145 bambini sono stati rilasciati da gruppi armati in Sud Sudan. E’ il più grande numero di bambini liberati dal 2015, quando 1.775 bambini furono rilasciati nella regione di Greater Pibor .

In seguito ai combattimenti iniziati nel dicembre 2013, è stato calcolato che 16.000 bambini sono stati reclutati da forze e gruppi armati in Sud Sudan. Dall’inizio del 2016 oltre 800 bambini sono stati reclutati.

«Speriamo che al rilascio di oggi ne seguano molti altri, così che i 16.000 bambini che sono ancora presenti nelle forze e gruppi armati possano tornare dalle loro famiglie» ha dichiarato Mahimbo Mdoe, Rappresentante U NICEF in Sud Sudan.

Durante il rilascio, avvenuto da parte dei gruppi armati di Cobra Faction e SPLA,  i bambini sono stati formalmente disarmati e  gli sono stati consegnati dei vestiti da “civili”. Sono state effettuate visite mediche e i bambini sono stati registrati per un programma di reintegro. 

Nei prossimi mesi, tutti i bambini rilasciati riceveranno supporto psicologicoe rimarranno nel centro sanitario temporaneo fino a quando non saranno rintracciate le loro famiglie. Dopo la riunificazione, le famiglie dei bambini riceveranno per tre mesi assistenza alimentare come parte di un pacchetto di aiuti per integrare il loro reddito durante il processo di recupero

«I bambini in Sud Sudan hanno bisogno di sicurezza, protezione e opportunità; la nostra priorità è riportarli a scuola e garantire servizi alle comunità affinché i bambini possano vedere un futuro più promettente» ha dichiarato Mode.

«Mentre i combattimenti sono ancora in corso in tutto il paese, l’UNICEF continua a ricevere notizie di reclutamenti di bambini a Unity, Jonglei e in altri stati. Chiediamo alle parti in conflitto di rispettare le leggi internazionali, di porre fine al reclutamento e di rilasciare i bambini che attualmente lavorano tra le loro fila»

L’UNICEF sta lavorando con la Commissione per il Disarmo, la Smobilitazione e il Reintegro del Governo del Sud Sudan per assicurare che i bambini associati a gruppi e forze armati vengano rilasciati e integrati nelle società e che vengano forniti loro mezzi di sostentamento e opportunità di apprendimento.

L’UNICEF richiede altri 4 milioni di dollari per continuare a garantire i servizi di cui i bambini rilasciati oggi hanno bisogno e per tutti coloro che saranno rilasciati in futuro.