[/campagne/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Bambini sperduti

Nuove regole USA sui rifugiati, timori per le conseguenze sui bambini

La ferrovia che attraversa il confine tra Stati Uniti e Messico nei pressi della città di Reynosa - ©UNICEF/UN030740/Zehbrauskas
La ferrovia che attraversa il confine tra Stati Uniti e Messico nei pressi della città messicana di Reynosa - ©UNICEF/UN030740/Zehbrauskas
8 marzo 2017 - I bambini rifugiati in fuga dalla violenza e dal terrore hanno bisogno del nostro sostegno ora più che mai.
 
Sono tra i bambini più vulnerabili e traumatizzati al mondo.
 
L'UNICEF è impegnato a proseguire la sua collaborazione con gli Stati Uniti e con gli altri partner governativi.
 
Confidiamo che le misure dell’Ordine esecutivo saranno temporanee e che gli Stati Uniti continueranno nella loro consolidata tradizione di tutela nei confronti dei bambini in fuga da guerre e persecuzioni.
 
Ogni bambino merita di vivere in sicurezza.
 
(Dichiarazione di Anthony Lake, Direttore UNICEF)
 

Nota informativa

Il nuovo ordine (Executive Order) emanato dal Presidente Donald Trump lunedì 6 marzo prevede il bando per 90 giorni agli ingressi negli USA per i cittadini di 6 paesi a maggioranza musulmana - Iran, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen -, la sospensione per 120 giorni del programma USRAP (United States Refugee Admission Program), che regola i flussi di rifugiati negli USA, e impone un tetto di 50.000 unità ai flussi di rifugiati negli Stati Uniti per il 2017.