[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

1,4 milioni di bambini sradicati a causa delle violenze, 200.000 intrappolati a Mosul

© UNICEF/Iraq
23 marzo 2017 – Ho lasciato l’Iraq in un momento in cui il paese si trova ad affrontare diverse sfide e opportunità. 
 
In tutti i posti che ho visitato – Mosul Est, Baghdad, Fallujah, Erbil – i bambini e le loro famiglie mi hanno raccontato i loro sogni e quanto sono determinati a realizzarli.
 
Ho parlato con una famiglia a Mosul Est che vive vicino un centro di distribuzione dell’acqua, che ha dato lezioni ai suoi figli a casa per oltre due anni, erano assetati di acqua e di istruzione che sono la chiave per un futuro migliore
 
A Fallujah, i ragazzi e le ragazze nelle scuole riaperte tra i detriti della guerra che segnano ancora la città, hanno detto di voler diventare dottori e ingegneri.
 
Stiamo collaborando con il Governo dell’Iraq per garantire a tutti i bambini le risorse di cui hanno bisogno per realizzare i propri sogni – questo significa dare loro nuove classi, quaderni e programmi per il recupero scolastico.
 
Perché saranno proprio questi studenti che, se avranno le competenze giuste e si riprenderanno a livello psicologico, potranno aiutare il proprio paese a uscire dal periodo di guerra ed entrare in un futuro di pace.
 
Ma anche se tutti coloro che stanno ritornando nelle proprie case e nelle scuole  guardano avanti, ancora 1,4 milioni di bambini rimangono sradicati a causa delle violenze in Iraq e circa 200.000 sono intrappolati a Mosul.
 
L’UNICEF sta lavorando duramente per garantire ai bambini e alle famiglie colpiti dalla crisi a Mosul aiuti salva vita che comprendono acqua, accesso a servizi igienico sanitari, supporto psicosociale e la possibilità di ritornare a imparare il più presto possibile.
 
Quando i combattimenti si fermeranno, non sarà la fine: vedremo l’inizio della costruzione di una pace intergenerazionale in una grande nazione che ne ha vista troppo poca.

Dichiarazione di Anthony Lake, Direttore generale UNICEF  



 
 
Scarica

"Il rapporto sull'azione umanitaria dell'UNICEF in Iraq"

scarica pdf (961 kb)