[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

Brutale assassinio di 7 operatori umanitari nel Sud Sudan

Il dolore dei familiari degli operatori umanitari assassinati all'esterno della camera mortuaria a Juba (Sud Sudan) - ©AP
Il dolore dei familiari degli operatori umanitari assassinati all'esterno della camera mortuaria a Juba (Sud Sudan) - ©AP
27 marzo 2017 - Tutti noi dell'UNICEF siamo profondamente colpiti dall'assassinio di 7 membri dell'associazione "Grassroots Empowerment and Development Organization" (GREDO), partner dell'UNICEF, avvenuto sabato scorso nel Sud Sudan.

Le vittime erano a bordo di un veicolo contrassegnato in modo chiaramente visibile come appartenente a un'organizzazione non governativa.

L'attentato è il più grave mai commesso contro un'organizzazione umanitaria nel paese africano da quando è iniziata la guerra civile, circa 3 anni fa.

Siamo sconvolti dal constatare come degli operatori umanitari, che lavorano per migliorare la vita dei bambini più bisognosi nel Sud Sudan, siano presi di mira in modo così brutale, e chiediamo alle autorità di individuare i responsabili e chiedere loro conto di quanto commesso.

GREDO opera per conto dell'UNICEF in programmi di reinserimento sociale e comunitario di minorenni smobilitati da esercito e gruppi armati ("bambini soldato").

Esprimiamo il nostro più profondo cordoglio alle famiglie e ai colleghi delle vittime.