[/italia/regioni/province/]
AREA

Lazio

"Scacchi in Città”, il 28 maggio sfida in piazza del Campidoglio a Roma

  UNICEF Italia e Federazione Scacchistica Italiana
UNICEF Italia e Federazione Scacchistica Italiana

25 maggio 2017 - Domenica 28 maggio alle ore 10.00, piazza del Campidoglio si animerà con il primo appuntamento della manifestazione “Scacchi in Città”. L’evento è organizzato dalla Federazione Scacchistica Italiana in collaborazione con l’Assessorato allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi di Roma Capitale al fine di promuovere questa disciplina dall’alto valore sociale, educativo ed inclusivo, in sedi di particolare fascino culturale e paesaggistico.

Tre campionesse degli scacchi, Daniela Movileanu, Fiammetta Panella e Désirée Di Benedetto sfideranno il pubblico di partecipanti in una simultanea.

La piazza ospiterà tavolini, scacchiere, istruttori e atleti della Federazione Scacchistica Italiana pronti a insegnare le tattiche di gioco e a dare qualche dritta su come fare uno scacco matto. La manifestazione è gratuita, avrà cadenza mensile, da maggio a ottobre, e sarà ospitata in altri luoghi d’interesse culturale della città.

Gli scacchi sono uno sport diffuso in tutto il mondo, con circa 1 miliardo di praticanti. Molto esercitato anche in Italia, dove si tende ad apprenderlo in giovanissima età, in famiglia o nella scuola, è una disciplina sportiva associata al CONI la cui Federazione Italiana è stata costituita nel 1920 ed eretta ad Ente Morale nel 1930.

Gli aspetti valoriali legati alla pratica di tale disciplina sono inerenti al rispetto delle regole, dell’ambiente, dei compagni e degli avversari, nonché alla cultura del confronto finalizzato alla crescita del senso sociale e l’aspirazione al benessere psico-fisico, all’approccio scientifico e metodologico per la soluzione dei problemi attraverso l’uso sistematico delle tecniche logiche e matematiche.

La Dichiarazione del Parlamento Europeo del 15 marzo 2012 ha invitato i Paesi dell’Unione Europea a inserire gli scacchi tra le materie curriculari nella scuola dell’obbligo e in Italia sono insegnati in molte scuole, anche se per ora tra le materie facoltative. Per questo è intenzione dell’Amministrazione capitolina diffondere la conoscenza di questo sport.

Gli scacchi insegnano a concentrarsi - afferma l’assessore capitolino allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi, Daniele Frongia - a risolvere i conflitti in modo pacifico, hanno una profonda valenza sociale e culturale ed è per questo motivo che l’Amministrazione capitolina si è impegnata a promuovere questo sport. Crediamo che giocare a scacchi, in luoghi affascinanti di Roma, contribuisca al benessere dei nostri cittadini. È un modo sano di trascorrere il tempo insieme a familiari, amici e cittadini”. 

L'evento è patrocinato dal Coni Lazio e dall'UNICEF Italia con la quale la Federazione Scacchistica Italiana ha siglato un protocollo di collaborazione dal 2016.



   Tags:  unicef roma