[/unicefitalia/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ospedali Amici dei bambini

L'Ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone riconfermato "Amico dei bambini".

Pordenone_Ospedale_Conferma_UNICEF.jpg
13 giugno 2017 - L’Ospedale "Santa Maria degli Angeli" di Pordenone è stato riconfermato oggi dall’UNICEF: "Ospedale amico dei bambini per l'allattamento materno" (Baby-Friendly Hospital, BFH).
 
La cerimonia di conferma si è svolta oggi, presso la Sala Consiliare della Provincia, alla presenza di: Diego Vecchiato, membro del Consiglio Direttivo dell’UNICEF Italia, Gianni Torrenti, Assessore alla Cultura, Sport e Solidarietà del Friuli Venezia Giulia, Giorgio Simon, Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 5 Friuli Occidentale, Alessandro Ciriani, Sindaco di Pordenone, Marisa Verardo Presidente del Comitato Regionale per l'UNICEF Friuli Venezia Giulia, Emiliana Moro Presidente del Comitato UNICEF di Pordenone, Elise Chapin, del programma "Insieme per l’Allattamento - Ospedali e Comunità Amici dei Bambini" dell'UNICEF Italia e di primari, personale, operatori e rappresentanti di associazioni. 

A descrivere il percorso di formazione e crescita dell’ospedale c’è stato un nutrito  numero di professionisti della salute: il Dr. Roberto Dall’Amico, Direttore del Dipartimento materno-infantile   e il Dr. Franco Colonna primario del reparto di Pediatria San Vito che hanno illustrato il percorso degli ospedali di Pordenone e San Vito, la D.ssa M. Maddalena Casarotto assieme a Giada Casetta hanno presentato un nuovo progetto rivolto ai nonni, la D.ssa Vittoria Sola che ha portato l’esperienza  di Comunità Amica di Trieste mentre l’ostetrica Roberta Giornelli ha  relazionato in qualità di referente per il Gruppo regionale di sostegno  per l’allattamento.
 
Ha  fatto conoscere  l’esperienza di Ospedale e Comunità amica dei bambini  di Massa Carrara la D.ssa  Fabiola Salvetti, ma non sono mancate le voci di operatori dell’ospedale  quali la Referente infermieristica  del Dipartimento Materno-infantile Fedora Nascimben, assieme  a Julia Bomben, e del territorio come  la D.ssa Federica Malocco pediatra di famiglia e l’ostetrica Veronique Santarossa del Consultorio Familiare Pubblico di Pordenone  nonché delle mamme  con i loro bambini che  afferiscono a dei gruppi di sostegno fra pari coordinati da Helene Huber.
 
Nel corso dell’evento è stato proiettato un breve video realizzato da Ugo Furlan ha sintetizzato i 10 Passi del progetto. 
La cerimonia è stata allietata da musicisti della Scuola “Salvador Gandino” di Porcia.

allattamento rappresenta un beneficio a cui hanno diritto tutti i bambini perché fornisce un’alimentazione completa contribuendo al loro pieno sviluppo e alla loro sana crescita.
 
Allattare al seno riduce i tassi di morbilità e mortalità infantile, riduce l´incidenza e la gravità delle malattie infettive.
 
L´UNICEF promuove l'allattamento al seno in tutto il mondo: sono ben 157 gli Stati nei quali UNICEF e OMS hanno certificato circa 23.000 "Ospedali amici dei bambini".
 
 In Italia, l'UNICEF conduce tre progetti (Ospedali amici dei bambini, Comunità amiche dei bambini e Baby Pit Stop) nel quadro del programma nazionale “Insieme per l'allattamento”.

L’Ospedale “Santa Maria degli Angeli” di Pordenone è stato fra i primi ospedali in Italia ad aver aderito al progetto dell’UNICEF “Ospedali e Comunità amici dei bambini”, ottenendo il riconoscimento per la prima volta nel 2004. 

«La costante presenza delle nascite - attualmente circa 1.000 all'anno - e l’alto livello di soddisfazione delle madri che hanno partorito nell'Ospedale Santa Maria degli Angeli riscontrato nelle interviste effettuate dai valutatori UNICEF, sono concreta testimonianza del buon lavoro svolto» ha dichiarato recentemente il Direttore Generale Giorgio Simon mentre il dott. Giorgio Siro Carniello Direttore del Dipartimento Assistenza Primaria Aziendale . auspica un ampliamento di questo progetto coinvolgendo i servizi del territorio e il Sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, congratulandosi con tutti gli operatori coinvolti in questo progetto, si è riproposto di sostenere l’avvio del progetto Città Amica dei bambini.

«Questo riconoscimento è la rappresentazione di un percorso svolto da 13 anni a questa parte con passione e dedizione” - ha ricordato in un messaggio, il Presidente dell'UNICEF Italia Giacomo Guerrera. “Gli ospedali che hanno completato il percorso fanno parte di uno dei più vasti programmi di sensibilizzazione ed educazione sanitaria condotti nel mondo»

Anche la Garante per l’Infanzia della Regione Friuli Venezia Giulia  Fabia Mellina Bares ha inviato un messaggio di augurio e un  ringraziamento per il prezioso contributo di tanti operatori della salute al benessere dei bambini per un buon avvio alla vita.