[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

Volo umanitario UNICEF, 100 tonnellate di aiuti per i bambini Rohingya

Uno dei camion che hanno trasferito il carico del volo umanitario UNICEF dall'aeroporto di Dacca alla città di Cox's Bazar - ©UNICEF Bangladesh
Uno dei camion che hanno trasferito il carico del volo umanitario UNICEF dall'aeroporto di Dacca alla città di Cox's Bazar - ©UNICEF Bangladesh
24 settembre 2017 - Un cargo dell'UNICEF con aiuti umanitari per centinaia di migliaia di bambini e famiglie Rohingya rifugiate dal vicino Myanmar è giunto oggi a Dacca, capitale del Bangladesh

L'aereo proveniva dalla UNICEF Supply Division di Copenhagen con 100 tonnellate di compresse per depurare le scorte idriche, kit per l'igiene familiare, beni sanitari, teloni in plastica, kit ricreativi per bambini .

Gli aiuti serviranno per fornire assistenza urgente ai circa 250.000 bambini di etnia Rohingya che, secondo le stime, costituiscono oltre metà dei 429.000 profughi affluiti dal vicino Myanmar nelle ultime settimane, e che ora vivono in condizioni estremamente precarie nel Bangladesh meridionale.

«Garantire che i bambini e le famiglie abbiano acqua potabile sicura è assolutamente essenziale per proteggerli dalla diarrea e da altre malattie veicolate dall'acqua» ha ricordato Edouard Beigbeder, Rappresentante UNICEF in Bangladesh. «Si tratta di una minaccia molto reale, vista l'attuale situazione nei campi di accoglienza e negli insediamenti di fortuna in cui vivono i Rohingya, sotto le forti piogge di questa stagione.»

Altri aiuti, che includono tende, zainetti scolastici tende, kit per la prima infanzia, articoli per l'igiene familiare e personale, teloni e scorte di alimenti per l'infanzia - sono in viaggio verso il Bangladesh.

Gli aiuti saranno consegnati, via camion, nella città di Cox’s Bazar, sulla costa sudorientale del Bangladesh, dove si sta organizzando la risposta umanitaria internazionale per affrontare la crisi dovuta all'incessante afflusso di rifugiati.

L'UNICEF ha lanciato un appello umanitario alla comunità internazionale per 7,3 milioni di dollari, indispensabili per coprire i costi del suo intervento straordinario nel Bangladesh meridionale nell'arco dei prossimi 3 mesi.
 
Tale somma dovrà essere ulteriormente innalzata se la popolazione rifugiata continuerà ad aumentare.


   Tags:  bangladesh , myanmar