[/programmi/programma/documenti/dettaglio.htm]

Protezione dell'infanzia

#FreedomForGirls, un video per la Giornata internazionale delle bambine

11 ottobre 2017 – Oggi, in occasione della Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, l’UNICEF ricorda che: 
  • ogni 5 minuti, in qualche parte del mondo, una bambina o una ragazza muore a causa di violenze
  • 1 ragazza su 4 nel mondo si è sposata prima di aver compiuto 18 anni
  • 63 milioni di ragazze hanno subito mutilazioni genitali
  • in alcune zone dell’Etiopia e della Repubblica Democratica del Congo colpite dal conflitto, il 52% delle ragazze hanno riferito di essere state vittime di almeno una forma di violenza nei 12 mesi precedenti
  • 130 milioni di ragazze non vanno a scuola (dato UNESCO 2016) 
  • nei paesi in guerra, le ragazze hanno una probabilità 2,5 volte maggiore di non frequentare la scuola rispetto ai coetanei maschi. 
In occasione di questa Giornata, l’UNICEF vuole stimolare l’attenzione e l’azione internazionale verso le sfide che le ragazze affrontano prima, durante e in seguito alle crisi attraverso il tema di quest’anno, EmPOWER Girls: "Prima, Durante e Dopo le Emergenze”.
 

Discriminazioni in tempo di guerra

1,1 miliardi di bambine e ragazze nel mondo rappresentano una straordinaria risorsa di potere, energia e creatività, e i milioni di ragazze vittime di una crisi umanitaria non sono da meno. .
   
La violenza di genere spesso raggiunge il suo picco massimo durante le emergenze umanitarie e gli sfollamenti, esponendo le ragazze ad abusi psicologici, fisici e sessuali, ai matrimoni precoci, a forme di sfruttamento e di tratta, per il solo fatto di essere donne
 
Bambine, ragazze e donne hanno minori possibilità di spostarsi autonomamente e di accedere a reti e informazioni essenziali. In tempo di crisi, servizi sanitari fondamentali per il benessere delle ragazze, come l’assistenza prenatale o gli articoli per l’igiene personale, sono spesso scarsi o del tutto assenti. 

E a causa del protrarsi delle crisi odierne milioni di bambine e ragazze rischiano di trascorrere i primi anni, se non decenni, della loro vita in contesti di emergenza.

Ma le ragazze sono anche resilienti. Le soluzioni a lungo termine, progettate con e per le ragazze, possono rafforzare questa loro capacità e produrre una trasformazione con effetti permanenti. 

Le strategie di risposta alle crisi umanitarie che tengono conto della differenza di genere sono una grande opportunità per prevenire, mitigare e rispondere alle estreme vulnerabilità che le ragazze affrontano prima, durante e in seguito a periodi di fragilità, conflitti, disastri e sfollamento. 
 
 

#FreedomForGirls, un video dedicato alle ragazze che lottano per i propri diritti

Il messaggio di quest’anno, EmPOWER Girls, viene lanciato, attraverso il video #FreedomForGirls, realizzato dalla giovane regista britannica MJ Delaney sulla canzone “Freedom” di Beyoncé,
 
Il video è promosso da The Global Goals/Project Everyone e da diversi partner, tra cui l’UNICEF e viene promosso oggi sulla homepage di Google in Italia e in numerosi altri paesi.