[/paesi/emergenze/documenti/dettaglio.htm]
AREA

emergenze

Libano, il gelo uccide 12 civili in fuga dalla Siria. Fra loro anche due bambini

D'inverno nevicate e temperature sotto lo zero sono frequenti nelle montagne del Libano. Qui siamo nel campo profughi di Zahle - ©Mohammed Azakir/Reuters
D'inverno nevicate e temperature sotto lo zero sono frequenti nelle montagne del Libano. Qui siamo nel campo profughi di Zahle - ©Mohammed Azakir/Reuters
20 gennaio 2018 - Almeno 12 civili siriani, fra cui due bambini, sono morti nel Libano orientale nei pressi di Masnaa, alla frontiera con la Siria.
 
Il popolo siriano continua a rischiare la vita dei suoi bambini nella disperata ricerca di protezione dalla guerra.
 
Il nostro pensiero va alle famiglie che hanno perso i loro cari, vittime di una guerra che presto entrerà nel suo ottavo anno
 
Il bilancio delle vittime potrebbe essere ancora maggiore: squadre di residenti stanno affiancando le autorità libanesi alla ricerca di altre persone che potrebbero essere rimaste intrappolate nelle montagne vicine, con temperature gelide e nevicate.
 
Tantissimi bambini in Siria, Libano, Iraq, Yemen, Palestina, Giordania, Turchia ed Egitto, come in molti altri paesi del mondo che vivono in situazioni di conflitto, devono lottare per sopravvivere all'inverno.
 
L’UNICEF e le organizzazioni partner aiutano le famiglie a fare fronte alle difficili condizioni climatiche, distribuendo coperte, capi di vestiario e carburante per riscaldare le scuole. 
 
La morte di questi due bambini siriani ci ricorda che resta ancora molto da fare. 

Queste brutali guerre devono cessare e tutti dobbiamo intensificare la nostra generosità e la nostra assistenza per i bambini. Non ci sono più scuse, non possiamo continuare a deludere i bambini!. 

(Dichiarazione di Geert Cappelaere, Direttore UNICEF per Medio Oriente e Nord Africa)