[/sostienici/aziende/documenti/dettaglio.htm]

le aziende per UNICEF

Abertis e UNICEF, accordo per la sicurezza dei bambini sulle strade

Nella foto Giacomo Guerrera, presidente Unicef Italia, e Sergi Loughney, direttore dell' Abertis
25 febbraio 2018 - Recentemente sottoscritto a Londra, è stato annunciato anche oggi a Roma l’accordo di collaborazione che vedrà Abertis Infraestructuras, il gruppo multinazionale spagnolo prima concessionaria autostradale nel mondo e presente in 15 Stati, e la sua controllata italiana A4 Holding (gestore di 235 Km di autostrada nel Nord Italia) impegnate al fianco dell’UNICEF, principale organizzazione per la tutela dei diritti dell’infanzia nel mondo, in nuovo progetto internazionale di prevenzione  degli  incidenti stradali, che in molti paesi sono tra le principali cause di mortalità dei bambini in età scolare.
 
È stimato infatti che ogni giorno nel mondo 500 bambini muoiano e 2.000 rimangano gravemente feriti per cause collegate alla sicurezza stradale, soprattutto durante il tragitto per raggiungere la scuola
 
Per contribuire allo sviluppo di politiche di prevenzione in questa sfida globale il programma, che stanzia un milione di dollari all'anno per tre anni di interventi, sarà inizialmente implementato e sostenuto direttamente da Abertis a favore dell’UNICEF nelle Filippine e in Giamaica, e successivamente declinato con progetti specifici anche in Europa.
 
Questo accordo, il primo e il più ampio mai raggiunto a livello internazionale sulla sicurezza stradale dei bambini, è stato sottoscritto in occasione  di un evento tenutosi alle Scuderie del Quirinale alla presenza di rappresentanti dell’UNICEF Italia, delle istituzioni italiane e del mondo delle infrastrutture nazionali.
 
Giacomo Guerrera, Presidente dell’UNICEF Italia, e Sergi Loughney, Direttore delle Relazioni Istituzionali e CSR (Responsabilità sociale di impresa) di Abertis nonchè Direttore della Fondazione Abertis, hanno illustrato il rapporto tra l'organizzazione internazionale e il Gruppo spagnolo, che vuole sfruttare al massimo in modo sinergico le specificità e le competenze di Abertis e UNICEF a favore dei bambini in tutto il mondo.


   Tags:  Giacomo Guerrera