[/campagne/]
AREA

Bambini sperduti

UNICEF USA su nuovo decreto Trump: famiglie unite, ma non in carcere

Una manifestazione contro la separazione dei nuclei familiari al confine tra Messico e Stati Uniti - ©Wilfredo Lee/AP
Una manifestazione contro la separazione dei nuclei familiari al confine tra Messico e Stati Uniti - ©Wilfredo Lee/AP

22 giugno 2018 - Mentre accogliamo favorevolmente il Decreto Esecutivo emanato questa settimana [dal Presidente Trump], che abolisce la pratica di separare i bambini dalle loro famiglie, continuiamo a incoraggiare la leadership della nostra nazione a dedicarsi agli oltre 2.000 bambini già separati dai propri  genitori, mentre vanno trovate alternative alla detenzione dell'intera famiglia. 

Sappiamo bene che la detenzione di bambini, anche insieme ai loro genitori, è una minaccia per il loro benessere, che li espone al rischio di sfruttamento e abusi, nega loro l'accesso a una significativa assistenza sanitaria e impedisce loro di poter studiare e giocare.

È essenziale che le famiglie rimangano unite e che le esigenze dei bambini siano tenute nella massima considerazione. 

Ed è altrettanto fondamentale affrontare alla radice le cause che spingono le famiglie ad abbandonare la propria terra e a intraprendere viaggi così pericolosi. 

La soluzione migliore che possiamo adottare è garantire che i bambini siano al sicuro, ovunque si trovino a vivere.

Incoraggiamo tutti i leader politici e tutti i cittadini americani a ricordare sempre che questi bambini sono, prima di tutto, bambini.

(Nota a cura dello United States Fund for UNICEF)