tool

Mortalità infantile, i maggiori progressi (1990-2011)

Diagramma interattivo sui maggiori progressi nella riduzione della mortalità infantile nel mondo dal 1990 al 2011

Il decremento globale nei tassi di mortalità infantile negli ultimi due decenni si basa soprattutto sugli eccezionali progressi fatti segnare da Paesi a basso reddito di Africa e Asia che hanno investito nella salute e nel benessere della prima infanzia.  

Va rilevato che per molti tra questi Paesi (come Angola, Mozambico, Ruanda, Liberia e altri) il crollo nei tassi di mortalità infantile è ascrivibile alla cessazione di conflitti armati, spesso di lunga durata.

A riprova di ciò, si rileva come 8 dei 10 Stati che fanno registrare i più elevati tassi di mortalità infantile al mondo sono Paesi nei quali perdura un conflitto armato o una forte instabilità politica.

I dati di questo diagramma sono stati estratti dal rapporto UNICEF "Committing to Child Survival: A Promise Renewed", reso pubblico nel settembre 2012.



https://www.unicef.it//doc/4121/mortalita-infantile-principali-progressi-1990-2011.htm

footer
Comitato Italiano
per l'UNICEF onlus
Via Palestro 68, 00185 Roma
Numero Verde 800-745.000
Cod. Fis. 015619 205 86
C/C postale 745.000
IBAN IT55 O050 1803 2000 0000 0505 010
email info@unicef.it
www.unicef.it