tool

Bimbo ucciso in Cisgiordania, UNICEF: orribile violenza contro un innocente

Un uomo mostra la foto di Ali Saad Dawabsha, il bambino palestinese ucciso nel rogo della sua abitazione a Duma, nei pressi di Nablus - ©BBC.com -  -
Un uomo mostra la foto di Ali Saad Dawabsha, il bambino palestinese ucciso nel rogo della sua abitazione a Duma, nei pressi di Nablus - ©BBC.com - -
Dichiarazione dell'UNICEF sulla morte del piccolo Ali Saad (18 mesi), rimasto vittima di un attentato incendiario condotto da estremisti contro la sua casa, in un villaggio della Cisgiordania

31 luglio 2015 - «La morte di un bambino palestinese di appena 18 mesi a seguito di un attacco incendiario contro la abitazione in Cisgiordania è una tragedia e una vergogna. 

L'UNICEF condanna questa e qualsiasi violenza condotta contro vittime innocenti. E chi può essere più innocente di un bambino di un anno e mezzo? 

Quanto accaduto comporta che i colpevoli siano assicurati alla giustizia, e richiede a tutti di trattenersi dal commettere atti di violenza così insensati e orribili.»


https://www.unicef.it//doc/6391/bimbo-ucciso-in-cisgiordania-unicef-orribile-violenza-contro-un-innocente.htm

footer
Comitato Italiano
per l'UNICEF onlus
Via Palestro 68, 00185 Roma
Numero Verde 800-745.000
Cod. Fis. 015619 205 86
C/C postale 745.000
IBAN IT55 O050 1803 2000 0000 0505 010
email info@unicef.it
www.unicef.it