tool

In Yemen 400.000 bambini rischiano di morire per malnutrizione

Nell'  Alsadaqah Hospital di Aden, un bambino sofferente di colera viene monitorato con uno strumento antropometrico per valuitare il suo stato nutrizionale - © UNICEF/UN078075/Fuad -  -
Nell' Alsadaqah Hospital di Aden, un bambino sofferente di colera viene monitorato con uno strumento antropometrico per valuitare il suo stato nutrizionale - © UNICEF/UN078075/Fuad - -
Dichiarazione del direttore generale dell’UNICEF, Anthony Lake, sulla situazione in Yemen

9 novembre 2017- La recente chiusura di tutti i porti e aeroporti in Yemen sta rendendo una situazione già catastrofica persino peggiore.
 
Oggi quasi 400.000 bambini in Yemen rischiano di morire per malnutrizione acuta grave.
 
Aggiungere a questo bilancio altre decine di migliaia di bambini – decine di migliaia catastrofi personali in più per i bambini e i genitori addolorati – è semplicemente disumano.
 
Ieri Mark Lowcock, Sottosegretario generale per le Questioni umanitarie e Coordinatore degli Aiuti di emergenza delle Nazioni Unite, ha invitato tutte le parti in conflitto a fornire accesso umanitario sicuro, rapido e illimitato alle persone in stato di bisogno, attraverso tutti i porti e aeroporti, fra cui il porto di Hudaydah e l’aeroporto di Sana’a.
 
I bambini non sono responsabili per il conflitto e la carneficina creata dagli adulti, ma sono le prime vittime.
 
Dobbiamo chiedere a tutte le parti in conflitto: che tipo di Yemen sperano di ottenere i vincitori finali se lo distruggono?
 
 
Dichiarazione del direttore generale dell’UNICEF, Anthony Lake


https://www.unicef.it//doc/7901/in-yemen-400000-bambini-rischiano-di-morire-per-malnutrizione-acuta.htm

footer
Comitato Italiano
per l'UNICEF onlus
Via Palestro 68, 00185 Roma
Numero Verde 800-745.000
Cod. Fis. 015619 205 86
C/C postale 745.000
IBAN IT55 O050 1803 2000 0000 0505 010
email info@unicef.it
www.unicef.it