COVID-19

Domande e risposte sulle siringhe monouso

Un miliardo di siringhe monouso per le vaccinazioni contro il COVID-19 nei Paesi in via di sviluppo: è questo uno degli obiettivi che l'UNICEF si prefigge di raggiungere entro la fine dell'anno, nel quadro della partnership internazionale COVAX per un accesso equo ai vaccini anti-COVID.

Di seguito alcune domande e risposte frequenti sulle siringhe monouso.

L'UNICEF sta attualmente consegnando siringhe ai paesi di tutto il mondo a cui sono state assegnate dosi di vaccini del Serum Institute of India/AstraZeneca e Pfizer nell'ambito dell’iniziativa COVAX Facility. 

Tra i paesi e i territori che ricevono siringhe da 0,5 ml fanno parte: Costa d'Avorio, Repubblica Democratica del Congo, Eswatini, Etiopia, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea Bissau, Laos, Liberia, Malawi, Maldive, Mali, Nigeria, Ruanda, São Tomé e Príncipe, Senegal, Siria, Uganda e Yemen.

Tra i paesi e i territori che ricevono siringhe da 0,3 ml fanno parte: Bhutan, Capo Verde, Maldive, Moldavia, Mongolia, Filippine, Ruanda, Tunisia, Ucraina e Cisgiordania e Gaza.

Al 21 febbraio, l'UNICEF ha ricevuto 384 milioni di siringhe nei magazzini di Copenhagen e Dubai. Altri 20 milioni di siringhe sono in viaggio dai produttori verso i nostri magazzini.
Le restanti 116 milioni di siringhe sono state prenotate ai produttori e inizieremo a spedirle dalla fabbrica ai magazzini non appena saranno pronte. Anche se avevamo l'obiettivo di consegnare più di mezzo miliardo di siringhe entro la fine del 2020, ci sono stati alcuni ritardi dovuti alle spedizioni.

Entro la fine del 2021, puntiamo ad aver acquistato e consegnato 1 miliardo di siringhe e 10 milioni di scatole di sicurezza per il loro smaltimento sicuro nei paesi a basso e medio-basso reddito per conto della COVAX Facility.

L'UNICEF trasporterà le prime tranche di siringhe con un carico aereo.

Nel caso delle siringhe da 0,3 ml necessarie per il vaccino Pfizer, queste saranno inviate direttamente dal produttore ai paesi di destinazione con un trasporto organizzato dall'UNICEF.
Per le siringhe da 0,5 ml presenti nei nostri magazzini, le prime tranche andranno anch'esse per via aerea se i paesi non hanno già a disposizione delle scorte.

Una volta sicuri che i paesi abbiano una giusta disponibilità di entrambi i tipi di siringhe per effettuare le vaccinazioni, inizieremo a organizzare la consegna delle siringhe dai nostri magazzini o direttamente dai fornitori via mare, in modo da garantire che arrivino in tempo. Stiamo lavorando con una serie di operatori di trasporto aereo e marittimo, così come con altri fornitori di logistica, per garantire che il trasporto delle siringhe sia prioritario e che si possano risolvere velocemente eventuali problematiche.

Il vaccino Pfizer che necessita di una temperatura di conservazione molto rigida richiede una siringa a disattivazione automatica da 0,3 ml, che è diversa dalle siringhe a disattivazione automatica da 0,5 ml che l'UNICEF sta ordinando e stoccando. Per questo motivo, l'UNICEF ha lanciato una gara d'appalto a dicembre 2020 e ha selezionato più fornitori.

Nel 2021 puntiamo a consegnare tutte queste siringhe ai paesi partecipanti all’iniziativa COVAX a cui sono state assegnate dosi di vaccino Pfizer e chiediamo il supporto dell'UNICEF nell'approvvigionamento e nella consegna di queste siringhe auto-disabilitanti. Stimiamo che le consegne inizieranno nel primo trimestre del 2021, poiché le dosi di vaccino Pfizer dovrebbero essere consegnate ai paesi nelle prossime settimane. 

La siringa da 0,3ml a chiusura automatica che il vaccino Pfizer richiede, è diversa solo nel volume. Si tratta di un volume di dose diverso rispetto al volume di dose standard di 0,5 ml che viene usato per la maggior parte dei vaccini liquidi iniettabili.

La fiala del vaccino COVID-19 della Pfizer contiene sei dosi di vaccino, che deve essere miscelato con un diluente prima della somministrazione. Pertanto, questo significa che oltre alla siringa auto-disabilitante per somministrare il vaccino, per ogni fiala abbiamo bisogno di spedire un'ulteriore siringa di prevenzione da 2 ml che viene utilizzata per la ricostituzione del vaccino.

E, naturalmente, il numero richiesto di scatole di sicurezza per lo smaltimento sicuro delle siringhe.

La COVAX Facility sta finanziando l'acquisto e la consegna di tutte le siringhe per i paesi membri dell’iniziativa.

Le siringhe a disattivazione automatica sono usate da operatori sanitari specializzati nel somministrare i vaccini. Sono abituati a usare questi tipi di siringhe per la somministrazione dei vaccini nei paesi che sosteniamo.

Le siringhe che l'UNICEF ha acquistato, immagazzinato e sta consegnando ora, hanno una durata di cinque anni dalla produzione. Questo significa che c'è un tempo sufficiente tra la produzione e il loro utilizzo.

L'UNICEF fornisce scatole di sicurezza insieme a ogni spedizione di siringhe. Queste scatole sono usate per smaltire siringhe e aghi e aiutano a prevenire la diffusione delle infezioni attraverso una conservazione sicura.

Quest'anno, consegneremo fino a 10 milioni di scatole di sicurezza con le siringhe che verranno usate per la vaccinazione COVID-19 nei paesi COVAX. Ogni cassetta di sicurezza contiene 100 siringhe. Ogni paese è responsabile dello smaltimento sicuro delle siringhe e degli aghi che usa.

Ogni paese è responsabile dello smaltimento sicuro delle siringhe e degli aghi che usa. L'UNICEF fornisce scatole di sicurezza per questo, e nel 2021, trasporteremo fino a 10 milioni di scatole di sicurezza. Ogni cassetta di sicurezza (5L) contiene 100 siringhe.

L'UNICEF ha sviluppato un vademecum per la raccolta sicura e lo smaltimento finale dei rifiuti pericolosi durante la pandemia, in particolare i rifiuti da iniezioni. Il vademecum mira ad aiutare i paesi a ridurre i rischi potenziali per gli operatori sanitari e le persone ad alto rischio, limitando al contempo gli effetti sull'ambiente. I metodi di trattamento e smaltimento sicuri che hanno il minor impatto ambientale sono prioritari. Questi dovrebbero anche essere conformi alle leggi e ai codici nazionali sulla salute e la sicurezza. Le fasi pratiche fondamentali della gestione dei rifiuti, sono descritte in dettaglio nel documento.

L’UNICEF sta facendo il possibile per fornire soluzioni ecologiche e minimizzare l'impatto ambientale, ma in molti paesi, una gestione efficace dei rifiuti è ancora un problema a causa della mancanza di risorse e di politiche ambientali nazionali.

News ed Aggiornamenti

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800914249

Chiama