[/programmi/programma/malariaday/documenti/dettaglio.htm]

Malaria

Malaria, cosi proteggiamo i bambini

 

 

 

Guarda video e foto e tutto lo speciale sulla malaria su www.unicef.it/malaria 

 

Nel 2010 nel mondo 216 milioni di persone hanno contratto la malaria, e 655.000 ne sono rimaste uccise.

 

Ogni giorno, in media, muoiono di malaria 1.400 bambini sotto i cinque anni di età: uno al minuto.


Ma più delle statistiche, contano i volti di questi bambini: ognuno di loro è una vittima potenziale… 


Non molti anni fa, la malaria era una piaga mondiale: interventi medici e sociali hanno eliminato la malattia in alcune regioni del pianeta, ma molte aree ne sono ancora devastate, soprattutto nell’Africa a sud del Sahara, dove avvengono l’80% dei casi di morte da malaria - e dove questa infezione provoca circa un sesto di tutti i decessi infantili.  


Mappa sulla diffusione della malaria nel mondo

 


In gran parte dell’Africa, la malaria incide su sistemi sanitari già fragili e sovraccarichi per via di altre piaghe sanitarie (come l'HIV-AIDS).


La maggior parte delle infezioni letali riguarda neonati e bambini molto piccoli, ma è altrettanto dannoso il contagio delle future madri: se una donna in gravidanza contrae l'infezione, è esposta a un forte rischio di anemia, che mette ulteriormente in pericolo la sua  vita e quella del nascituro.

 

La malaria ha anche enormi costi economici: la debolezza delle sue febbri periodiche negli adulti riduce la capacità lavorativa di intere nazioni, danneggiando la famiglia e la comunità e appesantendo il circolo vizioso della miseria. 


Misure efficaci e a basso costo

La malaria è una malattia potenzialmente mortale, ma esistono strumenti di cura e prevenzione. 


Le zanzariere impregnate di insetticida a lunga persistenza, che costano appena 5 euro e durano fino a 5 anni, si sono dimostrate capaci di ridurre del 20% la mortalità per malaria. L’UNICEF ne ha donate 100 milioni negli ultimi 6 anni e si appresta a distribuirne quasi 14 milioni nel 2012 nella sola Repubblica Democratica del Congo.


Nuove politiche farmaceutiche stanno aumentando in molti Paesi in via di sviluppo la disponibilità di farmaci anti-malarici di nuova generazione, come quelli a base di artemisinina


La sfida è immensa, ma sappiamo che possiamo ottenere risultati significativi anche laddove la malaria è endemica.


L’UNICEF, i suoi alleati e i Governi hanno unito le forze per rendere disponibili le cure, ma servono maggiori risorse per arrivare a un mondo libero dalla malaria e per garantire a questi bambini il loro primo diritto: vivere.

 




 
 
Scarica

"Mappa sulla diffusione della malaria nel mondo - ©Benjamin D. Hennig, University of Sheffield - UNICEF"

scarica pdf (212 kb)