[/paesi/emergenze/documenti/dettaglio.htm]
AREA

emergenze

Dal Ministero Esteri 500.000 euro a UNICEF per i bambini di Yarmouk

Civili palestinesi nel campo profughi di Yarmouk, nei pressi di Damasco (Siria) - ©Reuters
Civili palestinesi nel campo profughi di Yarmouk, nei pressi di Damasco (Siria) - ©Reuters
8 aprile 2015 - «Desidero ringraziare, a nome dell’UNICEF, il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni  e il Direttore generale  della Cooperazione Italiana allo Sviluppo Giampaolo Cantini  per l’annuncio del contributo di 500.000 euro all’UNICEF da parte della Cooperazione Italiana per interventi in favore della popolazione palestinese del campo di Yarmouk» ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF italia Giacomo Guerrera.

Come si legge nel comunicato della Farnesina appena diffuso, la donazione finanzierà interventi di protezione, assistenza psicologica e sostegno umanitario ai circa 3.500 bambini palestinesi attualmente presenti nel campo profughi di Yarmouk e alle famiglie (2.000 persone) in fuga dal campo. 

«È un segnale importante nei confronti dei tanti bambini che a Yarmouk stanno soffrendo pene indicibili e vivono in una situazione disperata. Come UNICEF, proseguiremo le nostre attività fino a quando l’ultimo bambino non sarà salvato e protetto» ha concluso Guerrera.

Sempre oggi, il Ministero degli Esteri ha stanziato 1 milione di euro per l'UNRWA, l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, responsabile della gestione umanitaria del campo di Yarmouk.