[/italia/]
AREA

Con le associazioni

Presentato il rapporto su "I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia"

 

Logo CRC (gruppo di lavoro per la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza) E' stato presentato ieri 18 novembre a Napoli in occasione della Conferenza Nazionale sull' Infanzia e l'Adolescenza il II Rapporto su "I diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia",dal Gruppo di lavoro per la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.
 
Il Gruppo di lavoro per la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'Adolescenza (Gruppo di Lavoro per la CRC) è un network aperto a tutte le associazioni, ONG - Organizzazione Non Governative, fondazioni, cooperative e in generale a ogni altro soggetto del Terzo Settore che si occupa della promozione e tutela dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia.

Il Gruppo di Lavoro si è costituito con l'obiettivo prioritario di preparare un rapporto sulla condizione dell'infanzia in Italia, supplementare a quello presentato dal Governo italiano, da sottoporre al Comitato ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza presso l'Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. 


 La situazione dei minori in Italia

 Sono 10.150.000 i minori presenti in Italia, ma non tutti godono di buone condizioni di vita.
 
Secondo stime ufficiali, i minori in condizioni di povertà relativa sono 1.728.000, pari al 23% della popolazione povera (nonostante costituiscano appena il 18% della popolazione complessiva), con una forte prevalenza delle età infantili (il 61,2% ha meno di 11 anni) e una sproporzionata concentrazione nel Meridione, dove risiede il 72% dei minori poveri italiani .
 
A rischio povertà, sfruttamento e caduta nell'illegalità sono inoltre molti minori stranieri, soprattutto i "non accompagnati": 7.797 quelli ufficialmente registrati dal Comitato Minori Stranieri nel 2008.

Gravi fenomeni di sfruttamento e abuso, come la tratta a scopo di sfruttamento sessuale, la mendicità, il lavoro nero, coinvolgono molti minori: sono stati 938 gli under 18 assistiti e protetti fra il 2000 e il 2007.

Mancano all'appello alcune fondamentali misure di attuazione della Convenzione Onu sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, quali il Piano Nazionale Infanzia.
 
Sono inoltre a rischio di discriminazione particolari gruppi di minori, come i minori migranti e i minori residenti in regioni meno ricche.
 
Il Rapporto verrà presentato anche alla Commissione Parlamentare per l'Infanzia e l'adolescenza il 24 novembre, e successivamente inviato alle Nazioni Unite.

 



 
 
Scarica

"Rapporto Infanzia e Adolescenza in Italia"

scarica pdf (2466 kb)