[/diritti/documenti/dettaglio.htm]
AREA

DIRITTI DELL'INFANZIA

UNICEF e Ministero degli affari esteri per promuovere una Giornata mondiale contro la diarrea infantile

La Viceministra agli affari esteri Del Re e il presidente dell'UNICEF Italia Samengo
La Viceministra agli affari esteri Del Re e il presidente dell'UNICEF Italia Samengo
31 ottobre 2019 - Oggi alla Farnesina la Viceministra agli Affari Esteri e Cooperazione internazionale Del Re ha ricevuto una delegazione dell’UNICEF Italia guidata dal Presidente Francesco Samengo
 
Nell’occasione è stata ribadita l’importanza strategica della collaborazione tra il MAECI e l’UNICEF; la Viceministra ha presentato una importante iniziativa volta a promuovere una Giornata mondiale contro la diarrea infantile, che causa centinaia di migliaia di piccole vittime ogni anno, per cui ha chiesto il coinvolgimento dell’UNICEF.  
 
Il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo ha ringraziato la Viceministra per l’appassionato impegno a favore dei più vulnerabili, ricordando che il prossimo 20 novembre ricorre il 30° anniversario dell’approvazione da parte delle Nazioni Unite della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il trattato sui diritti umani più ratificato al mondo. 
 
«La Convenzione in questi 30 anni è stata determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti.

La Convenzione ha introdotto per la prima volta il concetto del bambino come titolare di diritti invece che mero oggetto di tutela e protezione; ha presentato concetti nuovi come il rispetto dell'identità del bambino, della sua privacy, della sua dignità.

Ma soprattutto, la Convenzione è il primo trattato universale e multilaterale che ha sancito diritti internazionalmente riconosciuti al bambino e all’adolescente, vincolando gli Stati a rispettarli e a presentare regolarmente rapporti sulla loro attuazione al Comitato ONU sui diritti dell’infanzia, organo di monitoraggio della Convenzione composto di personalità indipendenti di provata esperienza e fama internazionale», ha sottolineato il Presidente Samengo.