[/italia/regioni/]
AREA

Basilicata

Lettera-invito della Presidente del Comitato Basilicata per l'UNICEF ai BAMBINI, BAMBINE e ADOLESCENTI della Basilicata

16 marzo 2020 - Carissimi Tutti, ma soprattutto Carissimi Bambini, Bambine e Adolescenti,

             la situazione attuale mi porta a scriverVi con il cuore una lettera informale per dirVi che l’Unicef in Basilicata vuole condividere l’impegno dell’Unicef Nazionale per i Bambini e, anche in questo difficile momento, è vicina a Voi, alle Vostre Famiglie e a tutti coloro, che nel proprio ambito, operano in trincea per aiutare tutti noi, Personale Sanitario negli Ospedali, Personale della Protezione Civile e  Forze dell’Ordine, Personale Scolastico nelle Scuole, Governo Centrale e locale.

            Nel mondo ci sono milioni di minori al di sotto dei 18 anni che soffrono situazioni di emergenza e l’UNICEF è sempre attenta ai loro Bisogni e Diritti.

            Vi scrivo, dunque, facendo tesoro di quanto ha dichiarato il Presidente Nazionale dell’UNICEF, Francesco Samengo: “Oggi siamo noi a vivere una vera e propria emergenza, non solo sanitaria ma anche esistenziale, sociale, collettiva e individuale. Ciascuno di noi è chiamato al senso civico e a una responsabilità sociale”.

            Innanzitutto come Volontaria dell’UNICEF e, poi, come Presidente Regionale del Comitato  Basilicata dell’Unicef, non posso rimanere indifferente di fronte a quello che sta accadendo nel mondo e  in Italia. Il mio pensiero va ai tanti bambini, ai Minori Stranieri Non Accompagnati e ai ragazzi degli Istituti Penali che stanno vivendo una difficile condizione di isolamento sociale ed educativo e, per questo, lancio sul territorio un’iniziativa che ci può far sentire il più possibile vicini a loro, tutti insieme:

“#iorestoacasa raccontato da bambini, bambine e adolescenti della Basilicata”. 

            Come adulti dobbiamo rendere consapevoli i nostri figli che tanti altri coetanei, che vivono in altre parti del mondo, soffrono situazioni come queste quotidianamente, tra guerra, freddo, fame, epidemie, mentre per noi è una situazione temporanea e il “restare a casa” significa dover proseguire nello studio, anche se in modo digitale, ma anche stare di più con Papà e Mamma, fratelli e sorelle, poter parlare, giocare, cucinare, vedere la televisione con loro  e,  perché no, parlare anche di solidarietà, di Pigotta e di Diritti.

            Ho, personalmente,  coinvolto il l Comune di Potenza Assessorato all’Istruzione, e i Soggetti che sono vicini all’Unicef da sempre, Prefettura di Potenza per i Minori Stranieri non Accompagnati, Ufficio Scolastico Regionale Basilicata, per il collegamento con le Scuole della Regione,  Ordine degli Psicologi della Basilicata, per il sostegno psicologico alle fasce deboli, e Mass Media locali, per una corretta informazione a tutela dei bambini, e tutti insieme  proponiamo, dunque, ai bambini che non possono frequentare scuole, parchi, giardini, scuole di ballo, catechismo e altro, questa iniziativa che invita a “raccontare” con testi (Fiaba, Diario, Racconto, Fumetto) e disegni, in questo momento storico dello stare a casa, l’impiego del tempo tra emozioni, paure, speranze, ecc., per farne una pubblicazione cartacea e in ebook, quando questo difficile periodo sarà superato.

             I Bambini potranno svolgere questa "attività” insieme a tutta la loro Famiglia.

            Un’ultima proposta: dalla Basilicata potrebbe partire un invito che vada a coinvolgere, tramite il Comitato Italiano dell’UNICEF, tutte le altre regioni e la richiesta al Nostro Presidente Nazionale dell’UNICEF, Samengo, sempre pronto ad ascoltare i bisogni e le idee di tutti, di raccogliere le storie più belle di ciascuna regione in un libro il cui titolo potrebbe essere “#iorestoacasa raccontato di bambini, bambine e adolescenti d’Italia”.

              Auguro a tutti di superare al meglio questo momento, mentre spero che la nostra iniziativa, raccogliendo la Vostra attenzione, possa contribuire a riempire di “creatività” il tempo scuola.

            I Vostri lavori saranno per noi un messaggio di luce, di colore e di speranza.

            Un saluto di fiducia per un mondo migliore per tutti.

            Vi ringrazio e Vi abbraccio

                                                                                  Angela Granata



   Tags:  unicef basilicata