[/sostienici/aziende/documenti/dettaglio.htm]

le aziende per UNICEF

Refte sogna di diventare medico

Refte, la bambina protagonista di questa storia ©UNICEF
Refte, la bambina protagonista di questa storia ©UNICEF

Refte ha 13 anni e vive in Etiopia. Ha un grande sogno da realizzare, e per questo sà che deve studiare molto e affrontare tutte le difficoltà. La sua scuola però è molto degradata: niente acqua potabile e pochissimi bagni...

Refte Teka a 13 anni, vive in Etiopia ed è una delle migliori della sua scuola.

Per poter frequentare la scuola, Refte ha deciso di lasciare la casa dei genitori e trasferirsi a casa di suo fratello, che è più vicina alla scuola.

Per contribuire alla gestione della casa, ogni mattina Refte si sveglia prestissimo per andare a prendere l'acqua: cammina per un ora e mezzo fino al pozzo, e solo dopo aver portato acqua alla famiglia che la ospita si incammina per andare a seguire le lezioni scolastiche.

Anche a scuola, però, le difficoltà non mancano. I bagni sono insufficenti rispetto al numero degli alunni,  e spesso sono cosi sporchi che i bambini usano i campi intorno alla scuola.

I servizi igienici cosi ridotti sono fonte di infezioni per tutti i bambini. Ma non è tutto.

«Nella scuola manca l'acqua potabile e spesso noi bambini non possiamo bere per ore intere, prima di tornare a casa» racconta Refte.

Nonostante questo, lei non perde l'entusiasmo. Vuole diventare un medico, e niente la farebbe rinunciare al suo sogno.

I suoi genitori le hanno insegnato che solo lavorando duro le cose potranno cambiare.

Noi non vogliamo lasciarla sola.

Per questo ti chiediamo di aiutaci, insieme alla tua Impresa, a cambiare il futuro di Refte e di tanti altri bambini.