[/italia/documenti/dettaglio.htm]
Loading


italia amica dei bambini

 

A Venezia Cinema serata UNICEF per il Corno d'Africa

1 settembre 2011

Martedì 6 settembre alle ore 21 presso il Lancia Cafè sulla terrazza dell’Hotel Excelsior, in occasione della 68° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Presidente dell’UNICEF Italia Vincenzo Spadafora in collaborazione con la Tiziana Rocca Comunicazione - che per l’occasione metterà la propria professionalità al servizio di questa causa - e al main sponsor  dell’evento Ferrarelle, con il sostegno di Lancia, lanceranno un appello di solidarietà e sensibilizzazione al mondo del Cinema presente in Laguna, a sostegno dei bambini della regione del Corno d’Africa colpiti dalla siccità e dalla carestia.

La serata, che prevede circa 200 invitati, si articolerà attraverso un dinner gala dove sarà prevista la presentazione di un progetto di raccolta fondi destinati al sostegno degli oltre 4 milioni di bambini del Corno d'Africa che hanno immediato bisogno di assistenza.

Padrino della serata sarà Alessandro Preziosi.

Saranno presenti tra gli ospiti Tony Renis, produttore insieme ad Humberto Gatica del gruppo “Il Volo” dei tre giovani tenori Piero Barone, Gianluca Ginoble e Ignazio Boschetto.

I tre cantanti, reduci da un grande successo in tutto il mondo, arriveranno da Las Vegas con il manager Michele Torpedine e realizzeranno una performance in esclusiva per l'UNICEF.

Il Dj Maurice Agosti accompagnerà la serata con la sua musica.

Durante il gala verrà anche trasmesso l'ultimo appello realizzato dall’attore inglese e ambasciatore UNICEF Ewan McGregor, dedicato a questa terribile emergenza.

«Siamo di fronte a una vera e propria carestia dei bambini» ha dichiarato il presidente UNICEF Spadafora.  «L’unica cosa su cui dobbiamo essere inflessibili, vista la gravità dell’emergenza che riguarda la malnutrizione acuta e l’elevato numero di perdite e sofferenza dei bambini africani, è l’urgenza di attivarsi da subito senza aspettare altro tempo, sia per rispondere ai bisogni immediati, sia per ricostruire il futuro. Siamo a Venezia, per coinvolgere attori, registi, cineasti e media su questa emergenza dimenticata