[/paesi/paese/documenti/dettaglio.htm]

progetti

Decine di bambini vittime degli attentati in Yemen, condanna dell'UNICEF

Una bambina terrorizzata e ferita viene portata via da una delle due moschee di Sana'a colpite dagli attentatori kamikaze il 20 marzo 2015 - ©IINAnews.com
Una bambina terrorizzata e ferita viene portata via da una delle due moschee di Sana'a colpite dagli attentatori kamikaze il 20 marzo 2015 - ©IINAnews.com
21 marzo 2015 - L'UNICEF condanna fermamente gli attacchi avvenuti ieri in due moschee di Sana'a, capitale dello Yemen, in cui almeno 13 bambini sono stati uccisi e altri 19 sono rimasti feriti.

Gli attentati hanno provocato la morte di almeno 137 persone e il ferimento di oltre 300.

L'UNICEF esprime grande preoccupazione per il crescente numero di violazioni gravi dei diritti dei bambini nel perdurante conflitto in corso nel paese arabo

I dati del 2014 indicano un incremento del 40% nel numero di bambini uccisi o mutilati, l'intensificazione (+ 47%) del reclutamento di minori di 18 anni e il raddoppio degli attacchi condotti contro scuole e ospedali.

L'UNICEF rinnova il suo appello a tutte le parti coinvolte nel conflitto a evitare di prendere di mira aree come scuole, ospedali e moschee, cessare l'arruolamento e l'impiego nel conflitto di minorenni e a garantire che i bambini siano protetti in ogni situazione, nel rispetto dei diritti umani internazionali e del diritto umanitario.