[/unicefpeople/goodwillambassador/documenti/dettaglio.htm]
AREA

Ambasciatori e Testimonial

GeGé Telesforo nuovo Goodwill Ambassador dell'UNICEF Italia

Il jazzista Gegé Telesforo, testimonial UNICEF e anima del progetto
Il jazzista Gegé Telesforo, testimonial UNICEF e anima del progetto "Soundz For Children"
31 marzo 2017
1° aprile 2017 - Il popolare musicista e cantante jazz GeGé Telesforo è il nuovo Goodwill Ambassador dell'UNICEF Italia. Ad anticipare la notizia della nomina, che avverrà ufficialmente il prossimo 5 aprile sul palco del suo concerto romano, è stato lo stesso artista, intervistato questa sera dal portavoce UNICEF Andrea Iacomini nel corso di "Sound Check", il talk show musicale condotto da Telesforo su Radio24.
 
La nomina ufficiale avverrà durante la tappa romana del tour italiano di Telesforo dedicato al progetto dell'UNICEF "Soundz for Children" (United Musicians for UNICEF), di cui è da tempo testimonial e parte attiva, finalizzato a trasmettere ai bambini, attraverso la musica, i valori del rispetto, dell'inclusione e della solidarietà.

Nel corso del live presso la 
Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica, il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera conferirà l'incarico di Ambasciatore a GeGé Telesforo «per l’impegno in favore dei bambini e dei ragazzi facilitando, con la sua umanità e le sue qualità artistiche e musicali, il pieno compimento dei loro diritti, favorendone la libera espressione e l’integrazione nei propri contesti di vita».
 
L’evento è realizzato da Groove Master Edition in collaborazione con l’UNICEF e con il media partner Radio24, Il Sole 24 Ore.
 

"Soundz for Children"

Cantante, musicista, polistrumentista, vocalista, compositore, conduttore e autore di programmi radiofonici e televisivi, GeGé Telesforo è da tempo impegnato nel progetto dell’UNICEF "Soundz for Children".
 
Nato come progetto pilota con bambini vulnerabili di una scuola elementare di Roma, "Soundz for Children" verrà ora espanso a livello nazionale. L’obiettivo è fornire ai bambini e agli adolescenti, attraverso un approccio innovativo legato alla musica, la possibilità di esprimersi e di comunicare liberamente, rimuovendo tutti gli ostacoli socio-culturali che ne impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico.
 
Il progetto verrà presentato in primo luogo nelle scuole, ma anche nei Centri per minori migranti, negli Ospedali pediatrici, negli Istituti Penali per i Minorenni.
 
Nel portare avanti questo progetto, Telesforo sarà affiancato da professionisti che condividono lo stesso approccio formativo e godono di un’esperienza decennale nel campo della formazione cognitivo/musicale. 

La musica per superare le barriere 

«Un bambino che fa musica sarà un uomo dalla mente aperta. Chi fa musica acquisisce l’abitudine all’ascolto, anche dell’altro da sé» sottolinea il presidente dell'UNICEF Italia Guerrera. «La musica è una metodologia vincente, che fa assaporare subito al bambino la magia che nasce dalla sua voce, dal suo genetico e istintivo senso ritmico interiore, che guiderà i bambini a scoprire, capire, apprezzare e condividere il mondo attraverso ‘il suono’ di coetanei che arrivano da altri paesi, che hanno il colore della pelle diverso dal loro, gli occhi a mandorla e parlano ‘strano’.»
 
«La musica è gioia, sfogo, canalizzazione di energie verso il mondo, l’unica forma di ‘aggressività’ connotata da dolcezza e armonia.; la musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia.» ribadisce Telesforo. «È un canale universale di comunicazione e di integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa, favorendo l’integrazione dei bambini perché influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. Crea un insieme in cui tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio».
 
Sul palco, Telesforo interpreterà i brani dal suo ultimo disco "Fun Slow Ride" con la band di musicisti che da lungo tempo lo accompagna fedelmente: il sassofonista Alfonso Deidda, il tastierista Seby Burgio, il contrabbassista Joseph Bassi, il batterista Dario Panza, Riccardo Bomarsi a curare tecnicamente il sound, la special guest Joanna Teters - una delle giovani vocalist più affermate della scena newyorkese.
 
Per questa occasione, Telesforo ha inoltre voluto con sé alcuni dei musicisti che hanno collaborato alle sue musiche negli ultimi anni: ospiti speciali quali Dario Deidda, Max Ionata, Greta Panettieri, Giovanna Famulari, Dario Rossi e la P-Funking Marchin Band.
 
l tour primaverile dedicato a "Soundz for Children", iniziato lo scorso 29 marzo, continuerà fino all'8 aprile. Dopo i concerti al Bad King di Perugia, a Villa Paris di Roseto degli Abruzzi, al Moro Jazz Club di Cava dei Tirreni, all'Auditorium Mad Mall di Mattinata (FG) e la data romana, proseguirà il 6 aprile al Bravo Caffè di Bologna, il 7 aprile al Torrione Jazz Club di Ferrara e l'8 aprile al Blue Note di Milano.