[/programmi/programma/documenti/dettaglio.htm]

Protezione dell'infanzia

Matrimoni precoci in Africa, 100 anni sono troppi da aspettare

23 ottobre 2017 – Secondo l’UNICEF, a meno che i progressi non subiscano una forte accelerazione, ci vorranno oltre 100 anni per porre fine ai matrimoni precoci in Africa occidentale e centrale, con conseguenze considerevoli e vitali per milioni di spose bambine e un impatto paralizzante sulla prosperità della regione.
 
La nuova "Report Card" dell’UNICEF intitolata "Achieving a future without child marriage: Focus on West and Central Africa" (Raggiungere un futuro senza matrimoni precoci: focus sull’Africa occidentale e centrale), rivela che, come conseguenza della rapida crescita della popolazione e di una diffusione tanto alta del fenomeno, anche raddoppiando il tasso attuale di riduzione dei matrimoni precoci non sarebbe sufficiente a ridurre il numero assoluto di ragazze che si sposano ogni anno.
 
Le nuove proiezioni, pubblicate questa settimana durante un incontro a Dakar sui matrimoni precoci, vogliono accendere i riflettori su di una regione in cui le ragazze affrontano i rischi maggiori di sposarsi durante l’infanzia.
 
Mentre la diffusione dei matrimoni precoci in Africa occidentale e centrale è diminuita nei due decenni passati, i progressi non sono stati uniformi, e ancora 4 donne su 10 si sposano prima dei 18 anni. Un terzo di esse, addirittura prima di compiere 15 anni.
 
Nell'Africa occidentale e centrale si trovano 6 dei 10 Stati con la maggiore incidenza di matrimoni precoci nel mondo: Niger, Repubblica Centrafricana, Ciad, Mali, Burkina Faso e Guinea.
 
Il rapporto evidenzia inoltre che i progressi sono possibili – anche nei paesi con un’ampia diffusione del fenomeno – dove è in atto una combinazione di strategie, come: emancipare le ragazze; mobilitare le famiglie e le comunità a cambiare comportamenti e atteggiamenti; fornire alle ragazze a rischio e a quelle sposate servizi adeguati e attuare leggi e politiche coerenti per proteggere e promuovere i diritti delle ragazze.
 
In questa regione 5 Stati – Gambia, Guinea Bissau, Togo, Ghana e Ruanda – spiccano perché nei 25 anni passati hanno raggiunto una diminuzione della pratica che oscilla tra il 40 e il 60%.
 
Far frequentare e proseguire la scuola fino a quando possibile alle ragazze è una delle strategie più efficaci per posticipare i matrimoni, poiché le giovani dotate di istruzione possono sviluppare abilità, conoscenze e fiducia in sé stesse, qualità di cui hanno bisogno per prendere delle decisioni per la loro vita.
 
Più a lungo una ragazza rimane a scuola, minori possibilità ci sono che debba sposarsi prima dei 18 anni e di avere figli in età adolescenziale.
 

Nafissa, 17 anni, vive a Maradi (Niger). A 16 anni è stata fatta sposare, e dopo 3 mesi è rimasta incinta. Ha perso il suo bambino, nato morto - ©UNICEF/UNI202947/van der Velden

Nafissa, 17 anni, vive a Maradi (Niger). A 16 anni è stata fatta sposare, e dopo 3 mesi è rimasta incinta. Ha perso il suo bambino, nato morto - ©UNICEF/UNI202947/van der Velden

«Abbiamo bisogno di darci una bella scossa» afferma Fatoumata Ndiaye, Vicedirettrice dell’UNICEF. «Non possiamo continuare a permettere che così tante delle nostre ragazze perdano la propria istruzione, la salute e l'infanzia. 

Ai ritmi attuali, secondo il nostro rapporto, ci vorranno oltre 100 anni per eliminare i matrimoni precoci nella regione: come possiamo accettarlo?
 
Far frequentare la scuola alle ragazze dovrebbe essere la nostra priorità, non solo perché le prepara alla vita, ma perché aiuta anche le loro famiglie, le loro comunità e i loro paesi ad uscire fuori dalla povertà.»
 
Il matrimonio o l’unione non formalizzata con minori di 18 anni è una pratica dannosa, che viola i diritti dell'infanzia
 
Le spose bambine hanno probabilità maggiori di rimanere vittime di violenze e abusi, e di venire contagiate dall'HIV.
 
Quando un'adolescente si sposa precocemente, le prospettive di una vita sana e di successo declinano drasticamente, spesso avviando un ciclo di povertà intergenerazionale. Inoltre, le spose bambine spesso non possiedono le abilità necessarie per ottenere un lavoro.



 
 
Scarica

"Child-Marriage"

scarica pdf (2967 kb)