Catania

L'UNICEF premia l'Aeronautica Militare a Catania

2 minuti di lettura

18/01/2018

18 gennaio 2018 - L’UNICEF premia l’Aeronautica Militare per il suo impegno nell’individuare e soccorrere i migranti in pericolo In occasione della ricorrenza della Madonna di Loreto, Patrona dell’Aeronautica Militare e di tutti gli aeronauti, il 12 dicembre scorso, nell’hangar dell’aeroporto di Sigonella, il Comitato Provinciale di Catania per l’UNICEF, presieduto dal Prof. Vincenzo Lorefice, ha consegnato al 41° Stormo dell’Aeronautica Militare un riconoscimento, consistente in un blocco di pietra lavica dell’Etna, finemente ceramicato dal maestro Barbaro Messina, e che reca alla base una targhetta con la seguente motivazione: “All’Aeronautica Militare per l’altissima professionalità e il profondo senso di umana solidarietà nell’individuare e soccorrere i migranti in pericolo, riducendo i rischi, che talvolta si tramutano in tragici episodi, soprattutto per i più piccoli e indifesi”.

Il riconoscimento è stato consegnato al Comandante, Colonnello Pilota Francesco Frare, alla presenza delle autorità militari e civili di Catania e Siracusa, del personale e degli Enti Aeronautici della Sicilia Orientale, di numerose associazioni e di un folto pubblico. Lorefice, nell’esprimere, a nome dell’UNICEF e suo personale, profonda gratitudine a tutto il personale che, come quello del 41° Stormo, spesso opera in prima linea nel salvaguardare la vita dei migranti, con una particolare sensibilità verso i bambini, nel suo appassionato intervento ha voluto ricordare che “quei bambini hanno lasciato le loro case, in fuga da persecuzioni, conflitti armati, sfruttamento, malattie, povertà, fame: sono bambini in fuga, sono bambini in pericolo”.

Nel suo intervento il Comandante Frare ha sottolineato che “la ricerca ed Il soccorso in mare è uno dei compiti dell’Aeronautica Militare che viene espletato da vari Reparti tra cui il 41° Stormo.

Punto focale per la riuscita della missione è il grande valore ed impegno che gli uomini e le donne della Forza Armata profondono nel loro lavoro”. Analogo riconoscimento, con differenti decori e altre motivazioni era stato assegnato il 7 maggio scorso presso il Palazzo Manganelli, a Catania, in occasione dell'iniziativa “Bambini e giovani migranti, cittadini senza confini per un futuro di Pace” a: Vigili del Fuoco, Guardia Costiera, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Prefettura e Città di Catania.

A quella indimenticabile serata furono impossibilitati a partecipare, per ragioni diverse, la Marina Militare e l’Aeronautica Militare.

18/01/2018

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama