Volontariato UNICEF

Servizio civile UNICEF

L'UNICEF Italia propone programmi di cittadinanza attiva in favore dei diritti delle bambine, dei bambini e dei giovani.

Gli Operatori in Servizio Civile Universale, grazie a una formazione, sono impegnati nelle varie fasi di realizzazione di progetti rivolti a scuole, volontari, università, enti locali e tutte le componenti della società civile alle quali l'UNICEF si rivolge nella sua attività di advocacy per i diritti dei bambini.

Obiettivo dei progetti è sensibilizzare i soggetti della società civile vicini ai bambini e ai ragazzi per costruire, fra di loro, momenti di connessione che rendano più efficace la promozione e la tutela dei loro diritti.

Il Servizio Civile Universale è gestito dallo Stato attraverso il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, le Regioni e le Provincie autonome e viene reso possibile dagli Enti che realizzano i progetti in cui i giovani sono inseriti.

I progetti per il 2022 del Servizio Civile Universale con UNICEF Italia

Per il 2022 il Comitato Italiano per l'UNICEF - Fondazione Onlus realizzerà i seguenti progetti di Servizio Civile Universale. Il termine per presentare le candidature è scaduto il 9 marzo 2022 alle ore 14.00

L'avvio dei progetti è previsto a partire da giugno 2022.

Per partecipare al progetto di Servizio Civile, gli operatori dovranno rispettare le modalità stabilite dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universali che saranno in vigore al momento dell'avvio dei progetti per il contenimento dell'epidemia da Covid-19 (ad es. eventuale necessità del Green Pass).

Di seguito le graduatorie di selezione dei progetti. Le graduatorie sono sottoposte a controllo ed approvazione del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale.

Diritti ed inclusione sociale

"I diritti non hanno confine. Inclusione sociale dei minori stranieri non accompagnati" . Città in cui si svolge il progetto: Ancona, Padova e Roma.

La comunità educante al centro

"La Comunità educante al centro! Le istituzioni, la scuola e le famiglie per il contrasto al cyberbullismo". Città in cui si svolge il progetto: Ascoli Piceno, Avellino, Benevento, Caserta, Catanzaro, Milano, Napoli, Pistoia, Potenza, Taranto.

Prevenzione del Cyberbullismo

Progetto " Prevenire il cyberbullismo! Educare i giovani per un uso consapevole del digitale". Città in cui si svolge il progetto: Catania, Campobasso, Como, Sassari, Vibo Valentia.

Diritti ed inclusione socialeDiritti ed inclusione sociale

"I diritti non hanno confine. Inclusione sociale dei minori stranieri non accompagnati"

Il progetto si realizzerà nelle seguenti città: Ancona, Padova e Roma.  

Il progetto interverrà sul fenomeno dei minori stranieri non accompagnati (MSNA).

Obiettivi: accresciuta integrazione e inclusione dei MSNA nella società italiana

Attività: educazione ai diritti dei minori stranieri non accompagnati, interventi presso le strutture di accoglienza e nelle scuole, attività interculturali, laboratoriali e sportive.

Scarica qui il progetto.

Qui le graduatorie di selezione. 

La comunità educante al centroLa comunità educante al centro

"La Comunità educante al centro! Le istituzioni, la scuola e le famiglie per il contrasto al cyberbullismo"

Il progetto si realizzerà nelle seguenti città: Ascoli Piceno, Avellino, Benevento, Caserta, Catanzaro, Milano, Napoli, Pistoia, Potenza, Taranto.

Il progetto intende contrastare il fenomeno del cyberbullismo in un’ottica educativa preventiva.

Obiettivi: potenziamento degli strumenti, abilità e competenze della comunità educante, in ottica di prevenzione e contrasto al fenomeno del cyberbullismo

Attività: mappatura del territorio; attività con la comunità educante; attività educative tematiche (rivolte agli studenti e alle studentesse della scuola secondaria di primo e secondo grado); attività rivolte alle famiglie; attività con i docenti; seminari e laboratori di formazione sulle tematiche del progetto.

Scarica qui  il progetto.

Qui le graduatorie di selezione.

Prevenzione del CyberbullismoPrevenzione del Cyberbullismo

Progetto " Prevenire il cyberbullismo! Educare i giovani per un uso consapevole del digitale"

Il progetto si realizzerà nelle seguenti città: Catania, Campobasso, Como, Sassari, Vibo Valentia.

Il progetto intende contrastare il fenomeno del cyberbullismo in un’ottica educativa preventiva.

Obiettivi: accrescimento, in un’ottica preventiva e di contrasto, delle difese e degli strumenti dei giovani rispetto al fenomeno del cyberbullismo.

Attività: progettazione esecutiva; attività educative tematiche (rivolte agli studenti e alle studentesse della scuola secondaria di primo e secondo grado); attività di peer education (attività tra pari); percorsi educativi, laboratori, attività educative nelle organizzazioni e contesti dedicati alle attività del tempo libero e in altri contesti per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo.

Scarica qui il progetto.

Qui le graduatorie di selezione.

Testimonianze

Debora e Viola, 27 anni, raccontano la loro esperienza di servizio civile con l’UNICEF Italia svolta presso il comitato provinciale di Pesaro Urbino, Marche. 

Domande frequenti

Informazioni, dettagli e curiosità per conoscere meglio il servizio civile universale in UNICEF

Il SCU offre agli Operatori la possibilità di svolgere un’esperienza di cittadinanza attiva, di solidarietà sociale, professionalizzante, e di ricevere una formazione relativa al servizio civile e alle attività specifiche del progetto in cui si viene inseriti.

Per diventare Operatore in Servizio Civile è necessario partecipare ad una selezione.

Per presentare domanda occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, oppure di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, oppure di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;
  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
  • non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda di  partecipazione e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio, a pena di esclusione dalla procedura. Per maggiori informazioni scarica questo documento

I candidati dovranno presentare la domanda di partecipazione entro il 9 marzo 2022 alle ore 14.00 esclusivamente attraverso la piattaforma “Domanda on Line (DOL)”

Nella sezione “Per gli operatori volontari" del sito politichegiovanili.gov.it sono consultabili tutte le informazioni utili alla presentazione della domanda.
È disponibile anche il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, potrà meglio orientare tra le tante informazioni e aiutare a compiere la scelta migliore.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione della domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema. 

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto e per un’unica sede, da scegliere tra i progetti elencati negli allegati al presente bando e riportati nella piattaforma DOL.

Si, per diventare Operatore in Servizio Civile è necessario partecipare ad una selezione. Il luogo e le modalità di svolgimento saranno pubblicate sul sito dell’UNICEF.

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente nella modalità on line sotto descritta entro e non oltre la scadenza del bando. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione. Saranno esclusi i candidati che non si presentano alla selezione, nei giorni e negli orari stabiliti.

In considerazione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 tuttora in corso, laddove poi non ci fossero le condizioni di svolgere le prove in presenza, i colloqui potranno essere realizzati dalle Commissioni anche in modalità on-line. La presenza del candidato al colloquio on-line deve essere verificata attraverso l’esibizione di valido documento di identità. Il punteggio attribuito a ciascun candidato/a sarà calcolato sulla base dei Criteri di selezione individuati dall'UNICEF Italia.

Chi fosse interessato ad assistere ai colloqui di Servizio Civile può scrivere una e-mail a serviziocivile@unicef.it 

Gli interventi possono essere realizzati in Italia o all'estero. Attualmente, l’UNICEF Italia promuove esclusivamente progetti sul territorio nazionale. 

In particolare "I diritti non hanno confine. Inclusione sociale dei minori stranieri non accompagnati" si svolgerà ad Ancona, Padova e Roma. 

"La Comunità educante al centro! Le istituzioni, la scuola e le famiglie per il contrasto al cyberbullismo" si svolgerà ad Ascoli Piceno, Avellino, Benevento, Caserta, Catanzaro, Milano, Napoli, Pistoia, Potenza, Taranto.

Il progetto "Prevenire il cyberbullismo! Educare i giovani per un uso consapevole del digitale" a Catania, Campobasso, Como, Sassari, Vibo Valentia.

Puoi scrivere un’email a serviziocivile@unicef.it

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama