Catanzaro

Catanzaro, manifestazione"Caino e Abele"

2 minuti di lettura

14/06/2010

Lunedì 7 giugno c/o l’I.C. di Tiriolo (CZ) si è svolta una manifestazione per l’UNICEF, una rappresentazione in 9 quadri dal titolo “Caino ed Abele”, ispirato al primo musical italiano scritto e messo in opera da Tony Cucchiara nel 1972.

 

Alla presenza delle autorità locali, del Dirigente scolastico, dei Docenti, delle famiglie , di tanti cittadini cittadini e tantissimi bambini, del Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Catanzaro, Annamaria Fonti Lembo, gli alunni della 5^ A e 5^ B della scuola primaria hanno dato vita ad uno spettacolo folk italiano dove coreografie, canti e musiche si sono intrecciate in un tema altissimo, appassionante e sempre attuale : L’Amore e l’Odio, il Bene e il Male, la Creazione e la Morte, in continuo alternarsi e spesso sovrapposti, che hanno intessuto drammaticamente la storia dell’uomo dalle primissime origini ai giorni nostri.

 

A partire dalle figure di Caino e Abele, che incarnano il Bene e il Male , l’odio e la cattiveria contrapposti all’Amore e alla Bontà, due estremi così lontani eppure così vicini perché fratelli e figli dello stesso Dio, nei vari quadri sono state rappresentate altre figure simboliche come Gesù e Giuda, S. Francesco, Giovanna d’Arco, Montecchi e Capuleti, la figura di Anna Frank, la giovane ebrea simbolo di innocenza e vittima della persecuzione nazista.

 

Nel 7° quadro, con la recitazione di poesie e canti di speranza per un mondo di Pace e di Amore, è stato affrontato il grande tema attuale dell’intolleranza e del razzismo verso chi è diverso. Lo spettacolo si è concluso con il canto del Miserere, un forte grido di speranza e fiducia nell’uomo. Lo spettacolo ha riscosso grande successo da parte di tutti.

 

La Presidente del Comitato UNICEF , Annamaria Fonti, ha espresso grande apprezzamento per l’opera congratulandosi con i Bambini per la eccezionale bravura e con gli insegnanti per l’impegno con cui li hanno preparato. Ha poi consegnato alla scuola come riconoscimento, un simbolo teatrale, una statuina in gesso creata dall’Istituto d’Arte di Squillace, raffigurante “Sbirulino”.

14/06/2010

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama