Catanzaro

"Verso una scuola Amica"

2 minuti di lettura

16/11/2009

Il 29 ottobre 2009, presso l'ITC "Pacioli" di Catanzaro Lido, con inizio alle ore 9,30, si è svolto un incontro regionale congiunto sul progetto pilota "Verso una scuola Amica dei Bambini e dei Ragazzi", fortemente voluto dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e dall'UNICEF Italia.

Al progetto che prende l'avvio in via sperimentale da quest'anno scolastico, hanno aderito ben quaranta scuole della Regione Calabria.

La riunione operativa del 29 ottobre è stata indetta dal Direttore Scolastico Regionale, Francesco Mercurio e da tutti i Presidenti dei Comitati Provinciali UNICEF calabresi, in virtù anche della convenzione triennale tra il Direttore dell'U.S.R Calabria e il Presidente del Comitato Regionale per l'UNICEF Calabria, Francesco Samengo, siglata il 10 luglio 2006 e confermata il 10 luglio 2009.

Al tavolo dei lavori Francesco Mercurio, la Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Catanzaro, Annamaria Fonti Iembo, Stefano Taravella, consigliere del direttivo UNICEF Italia e vice presidente vicario, nonché Direttore dell'Articolazione Territoriale di Lodi e coautore del protocollo definitivo del progetto, assieme ad Alessio Pasquini, dirigente del Dipartimento dello studente presso il Ministero dell'Istruzione e Maria Antonietta Crea referente pedagogica regionale per il progetto di sperimentazione.

Destinatari della riunione i dirigenti scolastici e i docenti delle scuole della regione che hanno aderito al progetto pilota e i rappresentanti del Coordinamento regionale delle consulte degli studenti accompagnati dai docenti referenti.
 
Scopo dell'incontro è stato di rendere noto l'avvio di un rapporto tra l'Uff. Scol. Reg.le - Calabria e il Comitato Regionale per l'UNICEF - Calabria, in materia di educazione allo sviluppo, ai diritti dell'infanzia e dell'adolescenza e della convivenza civile, che si concretizzerà in una serie di iniziative nell'ambito delle scuole interessate.
 

16/11/2009

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama