Matera

Riparte da Grassano il progetto UNICEF di solidarietà circolare "Un bambino nato, un bambino salvato"

3 minuti di lettura

14/10/2022

Il 14 ottobre si è tenuta, nella stanza del sindaco del comune di Grassano, la cerimonia ufficiale di consegna delle Pigotte dell’Unicef grazie all’adesione dell’Amministrazione Comunale all’iniziativa LA PIGOTTA NEI COMUNI - Un bambino nato, un bambino salvato”.

Grassano è il primo paese della Provincia di Matera ad aderire a quest’importante iniziativa con cui le Amministrazioni Comunali attraverso l’adozione di una Pigotta ogni qualvolta un bambino nasce e viene registrato all’anagrafe sul proprio territorio possono festeggiarne l’arrivo, attraverso questa scelta di solidarietà circolare per garantire una vita migliore ad un altro bambino. La Pigotta infatti viene regalata al nuovo nato e la donazione aiuterà l’UNICEF nel suo compito importante di raggiungere ogni bambino in pericolo, ovunque si trovi, portando vaccini, alimenti terapeutici, costruendo pozzi, scuole e portando  assistenza. “La Pigotta dell’UNICEF” diventa così un gesto significativo di benvenuto a un nuovo cittadino e alla sua famiglia, e nello stesso tempo un importante e concreto atto di solidarietà e civiltà.

Le Pigotte donate sono state realizzate dalle tante volontarie del Laboratorio di Grassano inaugurato quasi un anno fa grazie alla collaborazione e all’ospitalità della Fidas Grassano con la quale si è voluta dare attuazione concreta di un Protocollo d’intesa già esistente siglato tra Unicef Basilicata e Fidas Basilica.

Presenti all’iniziativa il Sindaco di Grassano Filippo Luberto e gli assessori Teresa Sileo e Giovanni Viggiano, i consiglieri comunali Valeria Malvinni e Giuseppe Abbatangelo il Presidente del Comitato Provinciale Unicef di Matera Giuseppe Bruno e la Segretaria Marina Dileo, il Presidente della Fidas Grassano Carlo Loiudice accompagnato dai componenti direttivo Fidas Antonietta Tortorelli, Angela Morrone, Giovanni Spadafino e Patrizia Pontillo e le volontarie Unicef di Grassano Caterina Pontillo e Marica Bonomo.

“La Pigotta dell’UNICEF” ha commentato il presidente provinciale Unicef Giuseppe Bruno “diventa così un gesto significativo di benvenuto a un nuovo cittadino e alla sua famiglia, e nello stesso tempo un importante e concreto atto di solidarietà e civiltà. La sinergia Istituzionale e associativa trovata nel comune di Grassano oggi ci fa registrare un dato aggiuntivo, oltre quello della raccolta fondi per aiutare tanti bambini in difficoltà, anche aver dimostrato nel concreto che unire le forze porta sempre ottimi risultati”.

Il presidente della Fidas Carlo Loiudice ha così commentato: “una bella collaborazione nata dalla volontà di fare rete tra diverse realtà di volontariato mettendo a disposizione uno spazio della nostra sede come laboratorio, poi il resto è tutto merito dei volontari che con entusiasmo hanno realizzato con dedizione e passione le Pigotte”

14/10/2022

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama