Messina

Si è conclusa a Francavilla di Sicilia la mobilitazione UNICEF “Cambiamo aria”

3 minuti di lettura

26/05/2022

L’UNICEF con la mobilitazione di piazza “Cambiamo aria” vuole promuovere l’attenzione sul cambiamento climatico e l’impatto che ha sui diritti dei bambini e degli adolescenti. 

Anche la ridente cittadina di Francavilla di Sicilia ha aderito all’iniziativa. Le volontarie Angela Cannavò e Loredana Tati, hanno organizzato, per domenica 22 maggio, una magnifica mattinata con passeggiata del benessere, momenti culturali ed una postazione solidale UNICEF, in piazza. Per l’occasione hanno coinvolto la Pro loco di Francavilla di Sicilia, presieduta da Loredana Lombardo e la “Compagnia dell’Ostello” capitanata da Pippo Currenti; l’associazione ha sede a Moio Alcantara ed è specializzata in cammini ecologici, archeologici e culturali. La manifestazione ha avuto  il patrocinio del Comune di Francavilla di Sicilia. 

Il raduno era previsto per le 9 del mattino in Piazza S. Francesco, dove Angela ed Antonella, coadiuvate dagli amici dell’UNICEF di Francavilla e dai partecipanti all’escursione, hanno allestito uno stand, per la cessione  di articoli sostenibili realizzati per l’UNICEF. Si è quindi partiti per la “Camminata" di 5 Km. della durata di 2 ore. Dopo la partenza da Palazzo Cagnone, era prevista l’escursione alle Gurne dell'Alcantara (laghetti formati dal fiume che in quel tratto giunge sottoforma di cascatelle), site nel Parco Fluviale dell'Alcantara. Dopo una breve sosta, per godere dell’incanto  di questo scenario naturale, si è ripartiti alla volta dei ruderi del castello normanno per poi fare ritorno, in Piazza S. Francesco,  ripercorrendo le vie del paese e costeggiando gli scavi archeologici risalenti all’età dell’insediamento dei Greci in Sicilia. La passeggiata, fra il coinvolgente silenzio dei sentieri, il canto degli uccelli, la frescura, il gorgoglio  dell’acqua del fiume e l’ombra delle verdi fronde, ci ha trasportati, come per magia, in una dimensione surreale, di stupore, di scoperta ed esplorazione di un ambiente naturale incontaminato, ben lontano dalla frenesia del caos e lo smog della città.

E’ stato un  “Percorso di sensazioni dimenticate, un sentiero di percezioni” -  ha detto Angela Rizzo Faranda, Presidente Provinciale UNICEF per il Comitato di Messina, - Un’esperienza che ci ha accompagnati in un cammino attento e consapevole, alla ricerca di sensazioni ed emozioni perdute”. 

Gli escursionisti, alla fine della “passeggiata del benessere” giunti nel tessuto urbano, dopo aver bevuto un sorso d’acqua fresca dalla fontanella a zampillo, hanno fatto sosta alla postazione UNICEF dove hanno donato generosi contributi, finalizzati a sostenere il Progetto UNICEF “Scuole di plastica in Costa D’Avorio”. Allo stand, insieme agli altri articoli UNICEF, facevano bella mostra di sé le bellissime Pigotte, anche di colore, con vestiti etnici, realizzate dalle signore francavillesi, impegnate in attività di laboratorio coordinato da Angela Cannavò e Antonella Tati. 

La mattinata si è conclusa con la visita, con ingresso gratuito, al Museo Archeologico M.A.F.R.A. compreso nel Parco archeologico di Giardini Naxos - Taormina, allestito nel Palazzo Cagnone, sito nel quartiere medievale, dove le guide, dopo la visione di un video introduttivo, hanno catturato l’attenzione dei visitatori, raccontando, attraverso i reperti archeologici conservati nel museo, la storia di Francavilla, antica città greca, fondata dai cittadini di Giardini Naxos, prima colonia greca in Sicilia. La visita si è conclusa con la visione di un affascinante e suggestivo viaggio virtuale, alla scoperta della storia della splendida cittadina.

La Presidente Angela Rizzo Faranda ringrazia i partner  che hanno collaborato alla buona riuscita della manifestazione, i volontari che nei giorni precedenti hanno pulito il percorso della camminata, le mamme delle Pigotte, Angela Cannavò e Antonella Tati per la precisa e puntuale organizzazione della manifestazione, le guide del Museo e tutti i cittadini che hanno sostenuto l’UNICEF e il Progetto solidale  in Costa D’Avorio.

26/05/2022

News locali correlate

Salva i bambini con 9 euro al mese: 800 90 00 83

Chiama