Milano

Milano in marcia per celebrare il 25° compleanno della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza

3 minuti di lettura

12/11/2014

Circa duemila bambini e ragazzi, accompagnati dal Sindaco Pisapiadagli Assessori Bisconti, Cappelli e Majorino, hanno sfilato per celebrare 

La XV edizione della Marcia per i diritti dei bambini e dei ragazzi, organizzata dall’UNICEF, Arci e Arci Ragazzi, ha visto la partecipazione di circa 60 classi di scuole primarie e secondarie che hanno sfilato nelle vie del centro di Milano per festeggiare il 25° anniversario della Convenzione dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Ad accompagnare le classi durante la Marcia presenti gli Assessori comunali all’educazione e istruzione, Francesco Cappelli, alle politiche sociali, Pierfrancesco Majorino e il delegato del Sindaco alle politiche giovanili Alessandro Capelli insieme alla Presidente UNICEF Milano Fiammetta Casali e alla Presidente Arci Ragazzi Alice Gabrielli.

Il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e l’ Assessore al Benessere e Sport Chiara Bisconti hanno accolto il corteo in piazza San Fedele dove il Sindaco, in concerto con i suoi Assessori, ha ribadito l’impegno a far diventare la città sempre più “a misura di bambino e di ragazzo” nel rispetto e nella promozione dei diritti degli under 18 .

«È bello vedere come ogni anno aumenta il numero di bambini e ragazzi che, accompagnati dai propri insegnanti, decidono di celebrare questa Giornata insieme a noi e ai rappresentanti della nostra città. Siamo certe» affermano le Presidente delle due associazioni organizzatrici, UNICEF e Arci Ragazzi «che la presenza oggi del Sindaco e della sua Giunta, che ringraziamo, siano un segnale importante del lavoro fatto e soprattutto di quanto, insieme, dovremo fare per garantire i diritti a tutti i bambini e i ragazzi che vivono Milano, indipendentemente dal loro status giuridico».  

«Sono convinto che una citta per i bambini è una citta per tutti. Molti dei ragazzi presenti oggi» ha affermato il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia «sono stati al Mu.Ba., oggi è possibile giocare nei cortili delle proprie case, oggi i bambini sono protagonisti dei Consigli di Zona dei ragazzi e per quanto possibile cerchiamo di esaudire almeno una richiesta che emerge da quelle riunioni. Questa mattina i bambini con cui ho parlato mi hanno detto che il diritto principale è il gioco. E’ un diritto bellissimo, ma ci sono anche tanti altri diritti che devono essere garantiti in tutto il mondo, il diritto all’istruzione per esempio. Milano, insieme a Unicef e ad Arci, con questa marcia ha voluto dare un segnale importante per costruire un futuro degno di città che non rinuncia a combattere per l’eguaglianza di tutti, per i diritti dei bambini e dei giovani di oggi e di domani».

La Marcia è stata accompagnata dai “nonni” del sindacato dei pensionati italiani, dalla Croce Rosa Celeste, da giocolieri e musicisti.



12/11/2014

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama