Modena

Premio "Ragno d'oro" a Modena

2 minuti di lettura

11/03/2013

 

Appuntamento con l’edizione 2013 del prestigioso premio “Ragno d’Oro”, Una tela senza età. Per il cinquantasettesimo anno il “Ragno” tesserà la propria tela di tenacia, passione e dedizione, premiando i modenesi che con le loro opere hanno portato particolare lustro alla città. 

Sabato 9 marzo presso Villa Cesi si rinnova l’appuntamento con un premio indissolubilmente legato alla storia dell'UNICEF, il ricavato della prestigiosa serata di gala viene infatti interamente devoluto al Comitato, ed alle tradizioni culturali, imprenditoriali e sportive espresse da Modena. 

Anche per questa edizione 2013 del “Ragno d’Oro” sono quattro i riconoscimenti assegnati: alla formidabile nuotatrice paraolimpica Cecilia Camellini, Premio Sport, che ha trovato la sua via di acqua, sorriso e note, visto che suona anche il pianoforte. A Giuliana Gavioli, Premio Organizzazione Industriale, rara avis di donna-manager nel settore biomedicale, custode della qualità all’interno dei delicati processi produttivi di un’importante azienda multinazionale. A Horacio Pagani, Premio Industria, creatore di bolidi a quattro ruote che quasi superano il muro del suono. A Marco Varone, Premio Ricerca-Innovazione, altrettanto sofisticata mente informatica, padre di intelligenze artificiali sempre più evolute. 

Questi coloro che si aggiungeranno molto presto ad un elenco di oltre duecento personaggi che, dal 1957, si sono succeduti sul proscenio, il quale alle origini portava tra l’altro l’indicativo e assai suggestivo nome di Eden. 

Agli organizzatori, ai sostenitori, a tutte le persone che continuano il sogno di oltre mezzo secolo addietro, va la gratitudine e la riconoscenza del Comitato.

11/03/2013

News locali correlate

Chiama Ora il 800 91 42 49 e dona 9 euro al mese!

Chiama